AUTONOMIE LOCALI: USB INCONTRA IL PRESIDENTE DELL'UPI. COMUNE PREOCCUPAZIONE PER DEMOCRAZIA CALPESTATA

USB, PROTESTA APPRODERÀ IN SCIOPERO GENERALE 18 OTTOBRE

Nazionale -

Si è svolto nel tardo pomeriggio di ieri, 3 ottobre, l’incontro tra il Presidente dell’Unione delle Province d’Italia, Antonio Saitta, e una delegazione dell’USB Pubblico Impiego.

 

“Nel corso dell’incontro sono emerse evidenti sintonie rispetto alla necessità di non vedere calpestata la democrazia nel nostro Paese - riferisce Gilberto Gini, dell’USB P.I. - cosa che invece sta avvenendo con la blindatura dei disegni di legge governativi con cui, tra le altre cose, si vorrebbero sopprimere le Province”.

 

“E’ doveroso utilizzare ogni mezzo necessario per riportare la discussione generale sulla riforma delle autonomie locali in una appropriata sede di confronto - prosegue Gini - che veda inoltre coinvolte tutte le organizzazioni dei lavoratori, anche quelle che oggi sembrano supinamente accettare la logica della cancellazione delle Province”.

 

Sottolinea il rappresentante USB: “E’ inaccettabile, e ormai non più verosimile, la reiterazione del mantra ‘chiudendo le Province si risparmia’. È vero invece il contrario, come dimostra anche l’elaborazione pubblicata dall’UPI, dal titolo eloquente “Più costi, meno democrazia”.

 

“Dopo i due presidi dell’11 luglio e del 26 settembre, la nostra protesta nei confronti del Governo proseguirà con l’assemblea delle RSU e dei delegati delle Province, delle Città Metropolitane e dei piccoli Comuni, che si svolgerà il prossimo 7 ottobre a Roma, presso la sala polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in via di S. Maria in via, 37/B, a partire dalle 10.30. La battaglia approderà successivamente allo sciopero generale del 18 Ottobre”, conclude Gini.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni