AUTUNNO CALDO, ESTATE BOLLENTE

In allegato il comunicato

Roma -

Cari lavoratori siamo all'impasse totale, il nostro Sindaco Metropolitano è troppo preso dai suoi problemi di rimpasto della Giunta del Comune di Roma che non riesce a dare un indirizzo politico alla Città Metropolitana. I Consiglieri delegati possono veramente poco in un Ente che non ha approvato il proprio bilancio, che ha difficoltà nel porlo in essere e che è lasciato in balia di se stesso.

Gli ultimi atti approvati ne sono un buon esempio, solo proroghe su proroghe senza decidere nulla, si aspettano tempi migliori, sicuramente si sperano, ma siamo sicuri che si stia facendo di tutto per far decollare il nostro Ente? Di sicuro c'è che la nostra Amministrazione si sta alleggerendo della spesa del personale.

Grazie all'azione dell'USB è iniziato l'iter per i pensionamenti dei lavoratori con i requisiti pre-fornero, ma ci sono stati segnalati diversi errori e dimenticanze in merito, invitiamo i lavoratori a segnalarci ogni dubbio e perplessità sulla loro posizione pensionistica. Non si comprende come mai, per il personale dirigente, la scelta della messa a riposo sia stata rimandata ad altra data.

Sono stati autorizzati diversi comandi temporanei, ci auspichiamo che in un momento di riordino del personale come questo, non siano fatte distinzioni tra categorie di lavoratori, e che vengano autorizzati tutti i comandi richiesti dal personale interessato.

Sulle PEO il papocchio è tratto, avrete notato tutti che, coloro che non rientravano nella graduatoria dei 36 mesi, non hanno nemmeno l'attestazione giuridica della progressione in busta paga. Come mai? Semplicemente perché non è legale, visto che il blocco sulle PEO è  stato tolto il 1 gennaio 2015, adesso o si attribuiscono e si pagano, o non si attribuiscono proprio.


Sul fronte legislativo il decreto Enti Locali continua il suo iter in parlamento, il testo conterrà misure che dovranno decidere il futuro della polizia provinciale e dei centri per l'impiego. Le ultimissime parlano di un emendamento che dovrebbe consentire alle Città Metropolitane e agli enti di area vasta di decidere il personale di polizia provinciale da mantenere per lo svolgimento delle funzioni fondamentali. Apprezzando lo sforzo del legislatore, non vorremmo però che si venissero a creare lavoratori di serie A da mantenere e quelli di serie B da mandare ai comuni.

Per quanto riguarda la Regione Lazio ancora tutto fermo, il Consiglio non ha ancora approvato la legge regionale sul riordino delle funzioni, ma non escludiamo che in pieno agosto ai Consiglieri venga la voglia di farlo, d'altronde sarebbe il periodo migliore per avere meno scocciature da parte loro.

Anche la RSU metropolitana si è adeguata a questo clima torrido e vacanziero, fa troppo caldo per riunire i delegati dell'esecutivo e chiedere una delegazione trattante, meglio riunirsi in pochi dentro una stanzetta con l'aria condizionata e decidere, assieme alla dirigenza, le sorti di migliaia di lavoratori. Soprattutto è un ottimo modo per tenere fuori quei rompiscatole dell' USB.

Ma una cosa funziona alla grande nel nostro Ente, la Sede Unica del Torrino. Tutti indaffarati e all'opera per aggiudicare le ultime gare di appalto, vigilanza, pulizia ecc, e per allestire il nostro grattacielo ( arredi, buvette, fonia e dati ecc). Come sapete, grazie all' USB è stato rimandato il sopralluogo delle OO.SS, ma una domanda ci sorge spontanea, che cosa dovevamo andare a vedere? A che fine sono stati invitati i sindacati? Beh se cercano il nostro avvallo si sbagliano di grosso, noi siamo sempre stati contrari a questa operazione e sempre lo saremo.


La carne sul fuoco è tanta, si prevede un autunno caldo e di lotte ma l'estate sarà ancora più bollente.


Continueremo a tenervi informati...

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni