Bologna. IL BILANCIO COMUNALE: MISURE INSUFFICIENTI, NESSUNA SOLUZIONE PER IL PRECARIATO, NESSUN ACCORDO

Bologna -

Si è conclusa questa sera, dopo quasi tre ore di discussione, il secondo incontro con la Giunta sulle politiche di bilancio.



I temi al centro del confronto: le misure anti crisi, il precariato comunale (nidi e materne, cococo e appalti), le politiche abitative.



Le posizioni rimangono distanti e non vi sono le condizioni per raggiungere un accordo tra RdB e la Giunta Delbono.



L'accordo siglato questa mattina da altre organizzazioni sindacali, testo sottoposto anche alla nostra delegazione, è ridicolo per quanto riguarda il “non aumento” della TARSU quantificabile in euro 3.50 a famiglia, e insufficiente per quanto riguarda le misure anti crisi. Un accordo che non modifica una sola voce dell'attuale bilancio così come proposto dalla Giunta.



Queste misure non sono altro che la reiterazione di quanto già previsto nel corso del 2009, alle quali possono accedere pochissimi lavoratori e con scarsi benefici; ad esempio, il contributo straordinario per l'affitto è finanziato con pochi soldi e per di più presi dallo stesso fondo ordinario per la casa.



Sulle nostre richieste di implementazione delle misure anticrisi e di stabilizzazione del precariato, che riguarda oltre 150 lavoratrici e lavoratori del Comune, la risposta è stata ancora negativa. Il confronto proseguirà dopo le festività natalizie.

Impensabile siglare un accordo con il solo scopo di dare il via libera ad un bilancio che non dà risposte alle necessità imposte dalla crisi economica e sociale.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni