Bologna. SI PARTE CON LA MOBILITAZIONE CONTRO I TAGLI DELLA CANCELLIERI!!!

Testo del volantino distribuito oggi

Bologna -

Al primo ciclo di assemblee convocate da RdB  che si è concluso ieri pomeriggio hanno partecipato oltre 800 lavoratori appartenenti a tutti i settori dell’amministrazione comunale.


Nelle assemblee è stato approvato all’unanimità con soli 3 astenuti un documento con il quale:

   
1. si convoca  lo stato di agitazione per avviare una opposizione diffusa alle ricette del commissario Cancellieri, settore per settore con blocco degli straordinari, rispetto del mansionario. Tutte misure che verranno decise negli incontri operativi con le colleghe e i colleghi che hanno dato la disponibilità ad impegnarsi in questo senso.

La prima riunione, per i nidi e le materne, è prevista per oggi 22 settembre alle ore 17.30 c/o la sala consigliare del Q.re Porto in via dello Scalo 21. Per gli atri settori ve la comunicheremo il prima possibile.


2. si avvia una campagna di informazione e coinvolgimento dell’utenza anch’essa pesantemente colpita dai tagli e che l’amministrazione commissariale, con il consenso di gran parte delle forze politiche, sta cercando di utilizzare contro i dipendenti comunali facendo chiaramente intendere che se si tagliano gli stipendi ai dipendenti si possono salvare i servizi.


3. si convoca  una manifestazione per il pomeriggio del 29 settembre, data in cui è previsto un incontro sindacale con la cancellieri, che partirà alle ore 16 da Piazza Liber Paradisus ed arriverà in Piazza Maggiore.Questo è sicuramente l’appuntamento più importante per il quale chiediamo a tutti un grande sforzo per la massima partecipazione.


4.si avviano le procedure di sciopero che decideremo insieme quando fare.
Ricordiamo a tutte/i che l’amministrazione comunale su 20 milioni di euro che le sono stati sottratti dalla manovra economica del governo nazionale vuole tagliarne ben 12 sulle spese del personale non dirigente!

 


I TAGLI RIGUARDERANNO ALCUNE VOCI COSIDDETTE “ESIGIBILI” :


1- PERSONALE A TEMPO DETERMINATO


2-SALARIO DI PRODUTTIVITA’ COLLETTIVA


3- INDENNITA’ DI TURNO, DI DISAGIO E RISCHIO


4- BUONI PASTO


5- SPESE PER MISSIONI.


A QUESTO SI AGGIUNGE IL BLOCCO DELLA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA PER IL 2010 CHE SI AGGIUNGE AI TRE ANNI 8FINO AL 2013) DECISI PER LEGGE DAL GOVERNO NAZIONALE.

 


I VARI DIRIGENTI DI SETTORE  STANNO LAVORANDO ALACREMENTE (CON LA SCADENZA PER LA FINE DEL MESE) PER LA DEFINIZIONE DETTAGLIATA DELLE MODALITÀ OPERATIVE CHE RIGUARDERANNO TUTTI I DIPENDENTI NON DIRIGENTI;    NESSUNO ESCLUSO ANCHE SE QUALCUNO SARÀ SICURAMENTE COLPITO PIÙ DEGLI ALTRI, A PARTIRE DAI PRECARI DEI SETTORI EDUCATIVI E SCOLASTICI CHE A FINE DICEMBRE RISCHIANO DI ESSERE LICENZIATI IN BLOCCO!!


Insomma ci vogliono tagliare gli stipendi per i prossimi 4 anni, vogliono licenziare centinaia di lavoratrici, vogliono aumentarci in maniera smisurata i carichi di lavoro, vogliono regalare ai privati gran parte dei servizi comunali, vogliono aumentare le tariffe di autobus, nidi, materne etc.!


Quando poi cancellano una scritta dai muri del centro, davanti alle telecamere delle tv locali, la Cancellieri ha il coraggio di dichiarare che siamo di fronte ad “un nuovo rinascimento della città di Bologna”!!!


I soldi si devono usare prioritariamente per mantenere l’occupazione e pagare i propri  dipendenti  altrimenti si va verso il disfacimento, altroché rinascimento!!!!!


TUTTE QUESTE MISURE CI SONO STATE RAPPRESENTATE AI TAVOLI DI CONFRONTO SINDACALE E COME PRIMA COSA CI E’ SMBRATO GIUSTO E NECESSARIO INFORMARE TUTTI I COLLEGHI AFFINCHE’ SI POSSA PREPARARE UNA FORTE MOBILITAZIONE IN TEMPO UTILE, PRIMA CHE I GIOCHI SIANO FATTI.

 

L’AMMINISTRAZIONE E ALCUNI SINDACATI CI HANNO PESNTEMENTE ATTACCATO PER QUESTA NOSTRA ATTIVITA’ SINDACALE  SOSTENENDO CHE DOVEVAMO STARE IN SILENZIO FINO A CHE NON ERANO STATE DECISE DEFINITIVAMENTE LE MISURE PER FARE QUADRARE IL BILANCIO COMUNALE!

 

SONO PARTITE LE SCOMUNICHE IN FORMA PUBBLICA E RISERVATA, SONO FIOCCATE LE SMENTITE E SI SONO INDIRIZZATE LETTERINE AI DIPENDENTI CON L’UNICO OBIETTIVO DI FARCI (NOI DIPENDENTI) STARE BUONI, D’IMPEDIRE CHE SIA POSSIBILE DARE FORMA ORGANIZZATA AL DISSENSO O PERLOMENO RALLENTARE I TEMPI DELLA MOBILITAZIONE.

 

VOGLIONO EVITARE CHE SI POSSA SENTIRE CHIARA E FORTE LA NOSTRA VOCE CONTRO QUESTE MISURE CHE TOLGONO LE CASTAGNE DAL FUOCO (QUINDI FANNO TANTO COMODO) A TANTI POLITICI LEGATI A DOPPIO MANDATO A QUESTI SINDACATI, CHE SI APPRESTANO PER IL 2010 A TORNARE AD OCCUPARE GLI SCRANNI COMUNALI!

 

NON FACCIAMOCI PRENDERE PER I FONDELLI ! ALZIAMO LA TESTA E MOBILITIAMOCI TUTTI INSIEME AL DI LA’ DELLE RISPETTIVE APPARTENENZE SINDACALI.

 

A QUEI SINDACATI CHE CERCANO DI SMENTIRE CIO’ CHE VIENE DETTO AL  TAVOLO DI CONFRONTO, CHE SI SONO RIFIUTATI DI SEDERE IN TRATTATIVA CON RdB/USB CHIEDENDO ED OTTENENDO UN TAVOLO DI CONFRONTO CON L’AMMINISTRAZIONE SEPARATO DAL NOSTRO, CHE HANNO CHIESTO ALL’AMMINISTRAZIONE DI NON DARCI PIU’ NOTIZIA DI QUELLO CHE INTENDE FARE, DICIAMO SEMPLICEMENTE DI SMETTERLA CON QUESTO PUERILE BOICOTTAGGIO E DI PARTECIPARE ALLA MOBILITAZIONE DECISA DALLE ASSEMBLEE DEI LAVORATORI A PARTIRE DALLA MANIFESTAZIONE DEL 29 SETTEMBRE!!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni