Bologna. Soliti tagli per soliti noti

In allegato il volantino

Bologna -

 

Siamo di fronte ad un’Amministrazione che:

> ha tagliato 6 milioni di Euro per le spese del personale nel bilancio 2009,

 


> ha ridotto per la prima volta il salario accessorio dei suoi dipendenti,


> rinvia da settimane gli incontri sulla contrattazione decentrata,


> sottoscrive il 17/04/09 (ACCORDO CON LE OO.SS. DEL 31 MARZO 2009) la rideterminazione dei valori economici ….aumentati (of course!!!) della  retribuzione di posizione a regime dal 01/01/2007 per le posizioni dirigenziali con contatto a tempo indeterminato.

 


Retribuzione di posizione Dirigente
 

FASCIA                         VALORE BASE ANNUO       
1                                      43.662,00       
2                                      37.393,00       
3                                      30.579,00       
4                                      25.526,00       
5                                      21.561,00       
6                                      17.825,00

 

Quote di produttività del dipendente non dirigente

 
                                                                     Quote 2008  Quote 2007 Differenza       
Categoria A (tutte le pos. Economiche)            934,04           938,79         - 4,75       
Categoria B
(pos. ec.  B1P, B2P, B3P, B4P, B5P, B6P, B7P) 1046,12         1.051,44        - 5,32       
Categoria B                                
(pos.ec. B3T, B4T, B5T, B6T, B7T)                      1158,21        1.164,09       - 5,88       
Categoria C (tutte le pos. economiche)            1270,29         1.276,75      - 6,46       
Categoria D                                
(pos. ec D1P, D2P, D3P,D4P, D5P, D6P)           1494,46          1.502,06      - 7,60       
Categoria D                                
(pos. ec D3T,D4T, D5T, D6T)                             1718,63         1.727,37       - 8,74    


Intanto rifiuta di trovare una soluzione per l’assunzione dei precari e preferisce mandarli a casa il 30 giugno.


L’Assessora Virgilio, si permette di dire che , le educatrici  precarie, che da anni  lavorano nel Comune di Bologna, reclamano dei privilegi, dopo aver sostenuto un concorso ed essere  risultate idonee.


E’ una gran vergogna! L’unica privilegiata è lei, che dopo aver distrutto i nidi pubblici e  mandato a casa le precarie, tornerà alla sua professione di avvocato o si riciclerà in qualche consiglio di amministrazione!


Intanto CGIL CISL e UIL s’indignano perché  alcuni Assessori perdono tempo a fare incontri con RdB , che da mesi chiede all’Amministrazione una soluzione al problema  delle educatrici precarie. E’ veramente inaccettabile!

 

Continueremo ad essere a fianco delle lavoratrici che in questi mesi non hanno mai messo da parte la loro determinazione

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni