Catania. Precari occupano Provincia dal 3 maggio

Catania -

 “Stiamo concordando ulteriori azioni di protesta da estendere a tutto il territorio regionale”. Con questo grido di battaglia sta proseguendo ad oltranza l’occupazione di Palazzo Minoriti, iniziata il 3 maggio u.s., da parte dei lavoratori precari degli EE.LL., ASP, Camere di Commercio e Università.

Dalla Sala del Consiglio provinciale, dove trascorrono giorno e notte, i lavoratori precari continuano a fare pressione affinché i Deputati nazionali e regionali immediatamente prendano in carico la soluzione dell’annosa questione del precariato, iniziata nel 1988 (ex articolo 23 Legge 67/88).

Provenienti a centinaia dal Calatino, dalla zona Jonica e Pedemontana,i lavoratori precari auspicano una legge che rettifichi le recenti pronunce della Corte dei Conti e del Commissario dello Stato.

Il prossimo significativo passo si avrà lunedì 7 maggio, alle ore 11.00, con l’incontro tra i precari, presso il Palazzo dell’ESA di Catania con il Presidente della Regione Raffaele Lombardo.

“Auspichiamo - si legge in una nota firmata dai precari- che prevalga il senso di responsabilità”.

 

Catania, 6 maggio 2012

Il Coordinamento provinciale dei Lavoratori precari di Catania
USB - FAIDEL - SILPOL - SLAI COBAS

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni