Città Metropolitana di Genova.Piano Anticorruzione – Un rischio scaricato sui lavoratori

Genova -

Piano Anticorruzione – Un rischio scaricato sui lavoratori

 

I vostri Piani i nostri rischi.

 

Il 6 maggio scorso l’Amministrazione ha inviato una e.mail a tutti i dipendenti, chiedendo la massima attenzione e collaborazione per il raggiungimento degli obiettivi definiti dal Piano Anticorruzione, in allegato alla stessa e.mail.

 

Ma cosa ci viene chiesto esattamente?

 

Il documento “Elenco dei processi e valutazione dei rischi” mostra i rischi connessi ad ogni “processo”, cioè ad ogni lavoro effettivo svolto quotidianamente da noi.

 

Il rischio, definito come alto, medio e basso dipende da diversi fattori. Esiste un Piano Nazionale Anticorruzione che spiega come si stabilisce il grado.

 

Però il fatto che un/una dipendente si trovi a lavorare in processo in un processo ad alto rischio, e quindi, di fatto, in una situazione più pericolosa, sembra dovuto ad una fatalità, ad un destino cinico e baro.

 

Tutti i lavoratori si trovano potenzialmente nella condizione di lavorare in un processo ad alto rischio, ma in nessuna delle misure per contrastare il rischio è riportata, guarda caso, l’assunzione di più personale.

 

Troviamo digitalizzazione, regolamentazione, informatizzazione, linee guida …. ma più assunzioni mai!

 

Informatizzazione, digitalizzazione, regolamentazione … non servono a niente se lavoriamo di più e peggio.

 

E’ semplice: meno sono i lavoratori e più alto è il carico di lavoro, così come l’attenzione e la concentrazione richiesta, ed è più facile sbagliare. E quindi il loro lavoro diventa (o è già diventato) a più alto rischio.

 

Per alcune tipologie di procedimento, le Amministrazioni applicano spesso una soluzione: l’attribuzione della responsabilità del procedimento. Se a parità di lavoro svolto, si attribuiscono più responsabilità ad un lavoratore, di fatto lo si paga di meno!

 

Un’invenzione geniale.

 

Un piano massiccio di assunzioni è il principale fattore che previene l’evento rischioso e mette in sicurezza i lavoratori.

 

Le assunzioni fin ora ci sono state e ce ne saranno ancora, ma sono ancora insufficienti.

 

L’USB chiede più assunzioni e un’Amministrazione capace davvero di dare un servizio al cittadino.

 

 

 

29 maggio 2021 USB – PI - Città Metropolitana di Genova.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati