Civitavecchia. E' STATO TOCCATO VERAMENTE "IL FONDO"

In allegato il comunicato

Civitavecchia -

Alla vergogna non c’è mai limite, Il Sindaco, proseguendo con le assunzioni di collaboratori ex art.90 267/2000, continua a disprezzare e affogare il già disastrato Bilancio comunale. Si parla di altri 5 collaboratori assunti e di altri in arrivo.

SIAMO ALLA FRUTTA , SONO ORMAI PIÙ I COLLABORATORI CHE I DIPENDENTI.


 
Senza nulla togliere al merito e alla professionalità di questi collaboratori, riteniamo vergognoso che un Sindaco spenda e spanda soldi dei cittadini contribuenti per accontentare suoi affezionati o per pagare cambiali politiche.

BASTA, NON E’ PIU’ POSSIBILE ASSISTERE PASSIVAMENTE A QUESTO SCANDALO.



Sindaco ci spieghi bene la sua politica sul personale: non aveva più volte dichiarato che i dipendenti comunali erano troppi? Quindi ne assume altri 40 circa? Sindaco, non ha creato le Holding per cedere rami d’azienda e quindi anche personale in modo da risparmiare sul Bilancio? Quindi altri 40 super stipendi! Sindaco, ma dopo aver modificato, stravolto e peggiorato la Macro e Micro struttura, non sta predisponendo la terza nuova con ulteriore aumento di settori e quindi di dirigenti da 11 a 14? Sindaco, ma non ha mandato a casa 16 vigili urbani e numerosi precari lasciando scoperti numerosi uffici e servizi al cittadino? COMPLIMENTI SINDACO, LEI NON RISPETTA NEANCHE SE STESSO VISTO CHE QUESTA E’ LA POLITICA DEL DISFARE, NON DEL FARE .



Troppi collaboratori e spesso con funzioni non previste dal 267/2000, pertanto non si capisce l’assunzione del proprio autista, che tra l’altro usufruisce di una grossa una-tantum (salario accessorio in più oltre allo stipendio) e di innumerevoli buoni pasto; non si capiscono né si giustificano le ultime assunzioni di collaboratori politici e quella recente di un funzionario tecnico cat. D/3 che sembra assunto addirittura con funzioni di responsabile delle relazioni sindacali.


Tutta la enorme spesa degli articoli 90 grava pesantemente, oltrechè sul bilancio comunale, anche sul fondo del salario accessorio dei dipendenti comunali, quindi si consumano cifre importantissime da un fondo che e’ materia di obbligo di accordo sindacale ed e’ ancora fermo in delegazione trattante tanto che tutti i sindacati si sono arrabbiati con il sindaco che ha fatto saltare la riunione sindacale di martedi’ 21 luglio. I dipendenti comunali  quindi si vedono defalcate tali somme dal loro salario accessorio ed oltretutto sono scavalcati  ed emarginati nei compiti d’ufficio da queste figure politiche che dipendono esclusivamente dal sindaco.     

CI SEMBRA DOVEROSO, NEI CONFRONTI DEI CITTADINI CONTRIBUENTI MA SOPRATTUTTO VERSO I DIPENDENTI COMUNALI TUTTI, GRIDARE FORTE L’APPELLO A FERMARE QUESTO SIGNORE CHE, DISCENDENDO DALLE MARCHE, PENSA DI AVERE UN CASTELLO FORTEZZA, PROTETTO DA MURA E FIUME,  E DI IMPORRE LA SUA VOLONTÀ SU TUTTO IL TERRITORIO SOTTOSTANTE.

ANCHE SE A VOLTE LA STORIA SI RIPETE BISOGNA CAPIRE CHE
 IL FEUDALESIMO È’ FINITO MOLTISSIMI ANNI FA

 

 

.


23 luglio 2009 - Civonline

Nuovi articoli 90, l’opposizione si ribella
Fra i tre assunti dal Comune compaiono Gaudenzio Parenti e Adriano Sinopoli. «Questi ingressi privilegiati non saranno l’artificio per il transito nelle holding, non lo permetteremo». Il Pincio precisa: «Ad uno dei due è stata revocata la delega, l’altro ha già annunciato di essere dimissionario»

CIVITAVECCHIA - Adriano Sinopoli, autore dell’esposto contro Pietro Tidei riguardante le Colline dell’Argento, premiato da Moscherini con un articolo 90. Questo almeno stando alle dichiarazioni rese dai consiglieri comunali di opposizione, che parlano di indiscrezioni trapelate circa la sua assunzione al Comune, insieme ad altre due «che si andrebbero ad aggiungere alla pletora di collaboratori che già pesa, non poco, sul bilancio Comunale». La minoranza rincara la dose: «Parliamo di circa un milione di euro all’anno spesi in collaborazioni ‘‘politiche’’ quando la città avrebbe tante altre priorità - si legge in una nota - questo Sindaco non conosce vergogna. Si prepara ad assumere due suoi delegati, Adriano Sinopoli e Gaudenzio Pareni (il primo ai Servizi cimiteriali, l’altro alle Politiche giovanili, ndr) oltre ad un altro ingegnere che probabilmente, come altri già sotto utilizzati, sarà destinato a compiti diversi dalle sue peculiarità». I consiglieri di opposizione sono durissimi: «Speriamo solo che questi ‘‘ingressi privilegiati’’ nel mondo del lavoro siano limitati alla durata dell’attuale amministrazione di centrodestra. Se invece qualcuno avesse in mente di un artificio per il transito nelle costituende holding, mirando al ruolo di dipendente a tempo indeterminato - conclude la nota - è bene che si sappia che a nessuno sarà consentito di calpestare la dignità di tutti quei civitavecchiesi che sono alla ricerca di un posto di lavoro, seguendo il faticoso iter di chi non ha santi in paradiso». Dello stesso avviso il sindacato Rdb-Cub: «Non è più possibile assistere passivamente a questo scandalo - afferma la federazione locale - è stato toccato veramente il fondo: sono ormai più i collaboratori che i dipendenti». Immediata la replica del Comune: «A Sinopoli la delega è stata revocata il 31 marzo scorso, mentre Parenti ha già annunciato di essere dimissionario». Basteranno queste precisazioni a spegnere le polemiche sull’intera vicenda, partita fin da subito con i connotati di un nuovo problema politico per l’amministrazione del fare?


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni