Civitavecchia. GESTIONE DELL'UFFICIO E DEL SERVIZIO IDRICO. AMMINISTRAZIONE COMUNALE - L'IMBROGLIO DEVE FINIRE

Civitavecchia -

L’IMBROGLIO DEVE FINIRE -  Da anni si sente parlare del gravoso problema idrico della città e noi come Sindacato RDBCUB Enti Locali vogliamo evidenziare le annose colpe delle Amministrazioni Comunali succedutesi nel tempo. Come in tutti i servizi pubblici da Esternalizzare la prima cosa da fare è: mandare in malora il servizio con il mancato investimento finanziario in bilancio e far mancare personale sia tecnico che amministrativo.



BILANCIO: vogliamo sapere quanto l’amministrazione ha destinato in bilancio per il servizio acquedotti; sarebbe inoltre interessante e di attualita’ sapere quanto di quello destinato al servizio riguarda gli acquisti di materiale per potabilizzare e disinfettare l’acqua; manca tutto, soldi, materiale,  mezzi e personale.


PERSONALE: Solo 5 anni fa il servizio acquedotti era gestito con 25 unità lavorative, oggi ne sono rimaste soltanto 12 tra funzionari, tecnici, operai, amministrativi.


Cosa devono fare i 12 dipendenti? Controllare, Manovrare, Riparare, fare Sopralluoghi, e Gestire tutte le Utenze (circa 20.000) per un totale di 320 km di rete e acquedotti portanti.



Siamo un sindacato anche dei cittadini,  completamente dalla loro parte e solidarizziamo con loro siamo per l’acqua pubblica  e da anni ci battiamo affinché i Servizi Pubblici vengano gestiti degnamente senza inganni; nel frattempo cerchiamo di espletare anche il nostro mandato sindacale cioe’ quello di difendere i diritti e la sicurezza dei lavoratori che:


- lavorano da anni sottorganico con turni al limite;

- lavorano in straordinario senza essere pagati;

- lavorano con mezzi obsoleti;

- lavorano in carente condizione di sicurezza.


I lavoratori sono in condizione di STRESS permanente e ciò non è più consentibile alla Amministrazione Comunale. Ricordiamo infine che le condizioni di sicurezza riguardano anche i cittadini, visto che l’impianto di filtri aurelia è considerato a rischio per l’ordine pubblico e và tutelato con precise norme di sicurezza, tra l’altro oggetto di controllo della guardia di finanza per diversi mesi.



Nel frattempo l’amministrazione comunale  investe i nostri soldi nella creazione delle holding e dei consigli di amministrazione che neanche funzionano, poi ci saranno le s.o.t. che gestiranno i servizi pubblici in forma privata. questo e’ l’imbroglio, la gestione mista pubblico-privata.

INVESTIRE SOLDI DA BILANCIO E ADEGUARE LA PIANTA ORGANICA DEL SERVIZIO ACQUEDOTTI ALTRIMENTI   LAVORATORI  E  CITTADINI  AVRANNO SERVIZI PRIVATIZZATI, COSTOSI E SCADENTI.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni