Civitavecchia. SERVIZIO IDRICO-ACQUEDOTTI-DEPURAZIONE E FOGNATURE: IL SINDACO E L'ASSESSORE AL PERSONALE SI DISINTERESSANO DEI PROBLEMI DEI LAVORATORI PER I QUALI E' IN CORSO LA CESSIONE DEL SERVIZIO AD ACEA ATO 2

In allegato il comunicato

Civitavecchia -

La RDB/CUB Federazione Sindacale di Civitavecchia, in data 04/12/2009 con lettera protocollo n° 67245, ha richiesto incontro urgente al Sindaco e all’Assessore al Personale per discutere le problematiche dei lavoratori interessati alla cessione Settore Idrico da parte del Comune di Civitavecchia ad Acea ATO 2; nessuna risposta è tutt’ora pervenuta.



Si susseguono da più di un mese le riunioni in Comune tra l’Amministrazione e l’Acea ma tutto procede senza informazione e contrattazione con la RSU comunale e le Organizzazioni Sindacali Territoriali; ancora una volta questa Amministrazione, così come per le Holding, per le Sot  e per la Esternalizzazione delle Farmacie Comunali, disattende le regole sindacali
previste dai contratti e dalle Leggi.



Interi settori della Pubblica Amministrazione sono in subbuglio e a pagare le nefandezze politiche del Sindaco Moscherini e dell’Assessore Vinaccia sono i dipendenti  preoccupati della loro sorte lavorativa e familiare.



Nel ribadire la nostra totale convinzione che l’acqua è un bene primario pubblico e come tale va gestita e controllata dal Comune e non affidata a privati, riteniamo necessario ed urgente una riunione con l’Amministrazione al fine di informare questi lavoratori e di tutelarne i loro diritti.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni