COMUNI: LE MINACCE DI FASSINO NON POSSONO COLPIRE CITTADINI E LAVORATORI

Nazionale -

"Dopo le dichiarazioni del sindaco di Torino, nonché presidente dell'anci, che minaccia di non poter pagare gli stipendi al personale o di dover chiudere i servizi c'è ancora una volta da essere preoccupati per il livello di inefficienza delle istituzioni del nostro paese" dichiara Roberto Betti dell'secutivo Nazionale USB Pubblico Impiego.

"In tutte le circostanze in cui mancano soldi ci si ricorda che esistono lavoratori e cittadini, ma solo per fini strumentali, mentre vengono totalmente marginalizzati quando si tratta di tagliare risorse, decimare servizi pubblici, ridurre salari, aumentare la precarietà" incalza il rappresentante della USB Pubblico Impiego.



"Senza contare" continua laconicamente Betti "che le eventuali esigenze di carattere economico delle amministrazioni locali potrebbero essere utilmente fronteggiate da primari istituti bancari con cui la politica locale va spesso a braccetto".



"Anche contro questa politica cialtrona e arruffona i lavoratori degli enti locali scenderanno in piazza per uno sciopero di tutto il pubblico impiego il prossimo 19 Giugno" conclude Betti della USB Pubblico Impiego.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni