COMUNI. USB, SE VERRANNO BLOCCATE LE RETRIBUZIONI DEI DIPENDENTI PIGNOREREMO QUELLE DEGLI AMMINISTRATORI PUBBLICI

Nazionale -

L’USB Pubblico Impiego non assisterà inerte al balletto di dichiarazioni tra ANCI e Governo rispetto alla ventilata ipotesi di non pagare gli stipendi dei dipendenti comunali.

 

I lavoratori non possono essere usati come capro espiatorio della guerra dell'IMU tra le forze politiche che stanno al governo, guerra gestita con il grimaldello dei continui allarmi sulla tenuta dei conti e sulla liquidità.

 

Se si dovesse concretizzare un provvedimento di mancato pagamento degli stipendi, l’USB P.I. si dichiara pronta a pignorare le retribuzioni degli amministratori, locali e nazionali, veri responsabili dello “sfascio”.

 

Questi annunci terroristici ci dicono che la fine della crisi è ancora lontana, come dimostra il reiterato mancato rinnovo dei contratti di lavoro pubblico, che sarà fra i punti centrali dello sciopero generale del 18 ottobre contro tutti i governi targati BCE, a cui l’USB P.I. aderisce convintamente.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni