E' INIZIATA LA RACCOLTA PUNTI 2006/2007!!!

Roma -

Proprio così! Al momento della firma dei contratti per gli incarichi annuali ci viene consegnata dall’Amministrazione la nota informativa con tutti i dettagli per come raccogliere i punti aggiuntivi che servono nella graduatoria di assunzione della 1^ fascia.

Tutto da copione… Correvano "voci" che non lo avrebbero attuato e così è stato per l’anno scolastico 2005/06. Ma come abbiamo potuto crederlo? D'altronde tutto ciò è stato legalizzato dalla sottoscrizione del contratto il 18 ottobre 2005 in cui le parti (amministrazione capitolina e cgil-cisl-uil-diccap) si sono impegnate a farci questo regalo..

La nostra professione, sempre più snaturata del suo più alto valore educativo, viene invece regolata da criteri che alimentano gravissime discriminazioni

Infatti l’attribuzione di questo punteggio aggiuntivo va ad intaccare valori costituzionali quali:

- Il diritto alla salute (le lavoratrici sono incoraggiate a non assentarsi per attendere alla proprie cure sanitarie, comprese coloro che, trovandosi in condizioni di disabilità, fruiscono dei permessi previsti dalla legge104/92);

- Il diritto alla tutela della maternità e dell’infanzia (abbiamo cognizione di lavoratrici che hanno evitato di utilizzare il periodo di congedo per maternità o le ore di allattamento per non vedersi privare del punteggio aggiuntivo);

- Il diritto allo studio (le lavoratrici rinunciano ad utilizzare i permessi previsti per acquisire titoli di studio più elevati e accrescere le possibilità di stabilizzazione).

UN’ASSURDITA’ CHE NON POSSIAMO PERMETTERE

Per la gravità della questione abbiamo scritto al Capo dello Stato, che, nella sua risposta, pur riconoscendo la violazione di diritti fondamentali dei lavoratori, sottolinea di non poter entrare in merito a contrattazioni che sono avvenute con regolare consenso dei sindacati.

Per questo è importante una nostra decisa mobilitazione.
Da un lato invitiamo ogni collega a "chiedere" a cgil-cisl-uil-diccap (telefonando, scrivendo, contattando i rappresentanti sindacali in maniera continua e costante) che ritirino la firma dall’accordo che attribuisce tale punteggio aggiuntivo.

Dall’altro invitiamo tutte le lavoratrici a rifiutare l’informativa sul punteggio aggiuntivo.

Infine sollecitiamo tutte le lavoratrici precarie a sostenere la nostra proposta di legge che prevede di stabilizzare tutti i rapporti di lavoro precario e a mettersi in contatto con i nostri delegati anche per avviare iniziative di natura legale.

STAI DALLA TUA PARTE, PASSA CON RdB

In allegato il volantino e il facsimile della lettera di diffida sul punteggio aggiuntivo

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni