ELEZIONI R.S.U. COME IN UCRAINA??

Elezioni RSU 2004 al comune di Milano

Milano -

In relazione alle elezioni delle Rappresentanze Sindacali Unitarie al Comune di Milano, a tutt’oggi denunciamo di non essere venuti a conoscenza di nessun dato o comunicazione ufficiale da parte della Commissione Elettorale. Al contrario veniamo a conoscenza di tutta una serie di decisioni che stravolgono le normative che regolamentano le elezioni e altre che avvantaggiano solo alcune sigle sindacali a discapito di altre, da parte della Commissione Elettorale che ha subito troppe pressioni esterne nonché un insufficiente supporto da parte dell’Amministrazione comunale, come dovuto.

Milano, 23 novembre 2004

In particolare rileviamo:

· che su circa 11.000 votanti sono state annullate circa 530 schede che la Commissione ha deciso di "non verificare", come invece richiesto da RdB/CUB, Slai Cobas e DICCAP con lettera inviata in data odierna;

· che oltre 1.000 votanti hanno esercitato il loro diritto al voto utilizzando il duplicato della scheda elettorale, e non ci risulta che la Commissione elettorale abbia effettuato i controlli incrociati indispensabili per accertare che non ci siano stati casi di "doppia votazione";

· che a distanza di 5 giorni dall’inizio delle scrutini, mentre praticamente si hanno i dati delle elezioni RSU su tutto il territori nazionali, non c’è nessuna comunicazione ufficiale e formale da parte della Commissione Elettorale RSU del Comune di Milano, che naviga nel più totale caos, situazione che ci pare non possa garantire il massimo della trasparenza.

Abbiamo fatto presente tutto quanto sopra alla Commissione Elettorale. Se quest’ultima persisterà nel perseguire questa linea, RdB/CUB, insieme allo Slai Cobas e al DICCAP, presenteranno ricorsi nelle diverse sedi previste dal regolamento.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni