Firenze. La Giunta Renzi, stile Marchionne, riscrive il contratto decentrato e taglia il salario accessorio a 4500 lavoratori e lavoratrici

In allegato il comunicato

Firenze -

Questo pomeriggio 20 Dicembre 2012, l’Amministrazione si è presentata in sede di incontro con 10 paginette di proposta di Contratto Decentrato, e con la sfacciataggine di chiederne la sottoscrizione alle OO.SS., dichiarando in “Marchionne style” questo è il contratto se vi piace bene se no procederemo unilateralmente.


Le proposte contenute nella bozza , rappresentano una vera e propria provocazione rivolta contro i lavoratori e le lavoratrici dell’Ente, infatti si tratta di vera e propria “macelleria sociale”, che opererà tagli draconiani alle nostre retribuzioni, tagli che vanno oltre i 2.000 € l’anno e che incideranno pesantemente sulle nostre buste paga già falcidiate dalla pressione fiscale e dai mancati rinnovi contrattuali.

 


La loro proposta prevede per il 2013 i seguenti tagli:


Tutte le indennità di responsabilità (amministrativa, tecnica, di procedimento, di caposquadra ecc..) verranno ridotte di circa il 50%, quindi dimezzate,l’indennità Asili nido mese di luglio ridotta del 50%, l’indennità di P.O. saranno ridotte del 19% circa;


l’indennità di disagio ridotta a soli 30 € mensili uguale per tutti con decurtazioni dal 25% al 75% a seconda del profilo, saranno cancellati i progetti finalizzati a retribuire il lavoro notturno e festivo. Inoltre ci sarà il totale azzeramento dell’incentivo di produttività.

 


Insomma una vera e propria spallata ai nostri diritti e alla nostra dignità, un attacco portato da un Amministrazione targata PD che fa del brunettismo e di Brunetta la propria bandiera e che dopo una campagna ben curata contro i “fantozzi”, e le bugie/promesse, raccontate dal Sindaco in campagna elettorale, svela la propria reale strategia politica tesa a colpire i dipendenti del comune e di conseguenza a smantellare il servizio pubblico.


Di fronte a questo attacco alle nostre retribuzioni e quindi alle nostre condizioni di vita, l’Amministrazione ben si guarda invece dal toccare la retribuzione dei fiduciari assunti a chiamata che continueranno invece a godere di indennità stratosferiche, per svolgere attività istituzionali che dovrebbero invece essere in capo a tutti i dipendenti. Così come non saranno minimamente toccate le retribuzioni dei Dirigenti compresa la corposa indennità di risultato legata agli obbiettivi Direzionali e dell’Ente, che la massa dei 4.500 contribuisce a far raggiungere, ma per i quali non percepisce alcun compenso aggiuntivo!


Di fronte a questo gravissimo attacco che non ha precedenti almeno negli ultimi trenta anni nel Comune di Firenze, le Organizzazioni Sindacali almeno fino ad oggi hanno dimostrato unità di intenti, sarà pertanto compito della RSU organizzare nel più breve tempo possibile nuove forme di mobilitazione e lotta che portino ancora una volta in modo massivo i lavoratori sotto il Palazzo del potere, alla convocazione di una nuova assemblea generale fino anche alla proclamazione di uno sciopero generale per tutto il personale.


Il tempo delle promesse è scaduto! Cari colleghi al contrario che in passato, per chi si fosse illuso, non sono rimaste neppure le briciole,questi hanno spolverato anche il piatto!

20 Dicembre 2012

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni