Firenze. Si è' conclusa la farsa delle valutazioni 2009

In allegato il volantino

Firenze -

La farsa delle “pagelline” 2009 si è appena conclusa fra mille polemiche. Come volevasi dimostrare questo sistema non da nessuna garanzia reale di obbiettività, infatti ancora una volta prevale la soggettività, le simpatie e chissà quanto altro. E badate bene non si tratta di giudizi che non hanno ricadute, anzi vanno ad incidere su una parte del salario accessorio di per se già misero.

E per quest’anno al di là dei voti riportati la stragrande maggioranza dei lavoratori potrà godere dell’intero incentivo ( sempre che le risorse siano sufficienti), ma ancora il peggio deve arrivare, cosa succederà per il 2010, quando l’accesso al premio potrà essere ridotto ad una minor platea?

Qualcuno di coloro che hanno sottoscritto prima il memorandum sul pubblico impiego e poi accettato le regole dettate dal Ministro Brunetta dovrebbe spiegarcelo.

Vogliamo infine segnalare uno fra i tanti spiacevoli episodi: abbiamo infatti assistito a situazioni in cui a gruppi di lavoratori in prima istanza sono stati attribuiti certi giudizi dai loro “capi diretti” e poi successivamente sono stati modificati al ribasso per volere di “capi di più alto grado”.

Posizioni Organizzative

Si è chiuso oggi l’avviso per l’attribuzione delle posizioni organizzative, pare che le domande presentate siano una gran quantità: oltre 2.000!

Ma al di là dei numeri la nuova procedura cambierà la metodologia di assegnazione – scelta dei titolari?

Noi abbiamo dei seri dubbi. L’argomento non ci appassiona molto, la nostra posizione è sempre stata chiara: che senso hanno 221 P.O. in un Ente come il nostro?

Non hanno certo una natura ed una ragione organizzativa, ma certamente un altro significato.

Quello che sappiamo per certo è che queste posizioni sono costate per il 2009 ben 2.596.738 € una bella cifra soprattutto se rapportata a quanto ammonta ad oggi la cifra per il premio incentivante che riguarda 4.280 dipendenti ed è pari a 4.358.296 €……non c’è che dire ! Figli e figliastri….o forse anche peggio.

Ma non una voce si è levata contro la mancata riduzione (promessa) del numero delle P.O., o forse qualche voce si è levata ma per conservare lo stato esistente delle cose.

 

Le tre domande alle quali l’Amministrazione non risponde

1. Quante ore di straordinario effettuano gli addetti alle segreterie degli organi politici?

2. A quanto ammonta la massa salariale utilizzata per il loro pagamento?

3. Si è attinto dal fondo complessivo per il salario accessorio per questi pagamenti?

 

Non aggiungiamo altro, non pensiamo ce ne sia bisogno!
Buona giornata a tutti/e gli/le invisibili!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni