IL GRANDE BLUFF DEI CONFEDERALI

cgil-cisl-uil convocano l’assemblea dei lavoratori della ragioneria generale- prevista per il prossimo 2 Ottobre - per indurli a legittimare un progetto di produttività già approvato (con il loro consenso) che premia pochi beneficiari con compensi superiori a 10.000 Euro a fronte di più di 120 dipendenti impegnati nel progetto

 

Roma -

 

In un primo momento l’amministrazione ha cercato di allargare la platea dei partecipanti, ma anche in questo caso l’invito si è rivelato solo uno specchietto per le allodole.

Il lavaggio di coscienza della dirigenza del nostro settore non è bastato a evitare macroscopiche distorsioni che hanno portato ad attribuire un premio di 17.000 Euro a un dipendente che ha partecipato al progetto.

La vergognosa operazione è stata sin qui bloccata per la ferma e decisa opposizione di RdB che ha raccolto quasi 80 firme di dipendenti che chiedevano la riapertura della trattativa e a cui si sono decisi anche i confederali per l’indignazione espressa dai dipendenti (ignari dell’esistenza di questo progetto).

Ma questo tardivo ravvedimento non inganni.

Chi oggi chiama i lavoratori a esprimersi su quel progetto ieri aveva sottoscritto gli accordi che oggi rinnega, inibendo, in tal modo, anche l’azione legale che RdB aveva cercato di intraprendere.

Non possiamo perciò che ribadire la ferma determinazione a riscrivere completamente i criteri di distribuzione delle quote di produttività imponendo un tetto ai compensi più alti e ridistribuendo a tutto il personale le somme in eccesso.

Crediamo anche che questa elementare regola generale debba applicarsi in tutti i progetti che riguardano il personale della ragioneria generale assieme all’assicurazione, per ciascun dipendente, della possibilità di partecipare a qualunque progetto che riguardi personale della ragioneria.

Altro aspetto sui cui invitiamo i lavoratori ad esprimersi è la necessità che qualunque progetto, prima di essere approvato dalla commissione trattante sia sottoposto al vaglio dell’Assemblea del Personale.

Questo crediamo sia il minimo che i confederali possano fare per recuperare un briciolo di dignità di fronte ai lavoratori che dovrebbero tutelare.

Per questo informo i lavoratori e le lavoratrici della ragioneria generale che parteciperò – criticamente – all’assemblea del prossimo 2 Ottobre affinché prevalga l’interesse generale rispetto a quello di pochi eccellenti colleghi.

Tutta la documentazione è naturalmente a vostra completa disposizione.

RdB ha espresso sin dallo scorso anno la propria ferma opposizione a questo progetto che si proponeva di premiare – con un progetto di produttività - quegli uffici che avevano lasciato "assopire" le proprie pratiche.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni