Lazio. NON SONO PERMESSI AUTOMATISMI ESCLUSIVI PER LA CARRIERA DIRIGENZIALE!

In allegato il comunicato, la sentenza e un articolo del Sole24Ore

Roma -

I NOSTRI SOLDI NON POSSONO ESSERE AMMINISTRATI DAL POTERE POLITICO AD ESCLUSIVO VANTAGGIO DEI POTENTI!

COME  GIA’ AVEVAMO PREVISTO E SEGNALATO NEL NOSTRO COMUNICATO DEL 14/09/09, LA CORTE COSTITUZIONALE CON SENTENZA N.225/2010 HA ANCHE ANNULLATO IL COMMA 52 DELLA LEGGE REGIONALE N. 22 DEL 11/08/09, CHE ERA STATA CONFEZIONATA  DAL POTERE POLITICO A PROPRIO USO E CONSUMO PER FAVORIRE, CON I SOLDI DEI CITTADINI, LA NOMINA DIRETTA DEI DIRIGENTI IN REGIONE LAZIO, CREANDO COSI’ UNA CORSIA PREFERENZIALE PER I DIRIGENTI A DISPETTO DELLE PROGRESSIONI DI CARRIERA PER LE CATEGORIE B-C e D PER LE QUALI VENGONO INVECE PREVISTE  PROCEDURE DI SELEZIONE!



QUESTO SINDACATO SI E’ SEMPRE BATTUTTO E CONTINUERA’ A BATTERSI PER  AFFERMARE CRITERI DI EQUITA’ E GIUSTIZIA NELL’AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE E PER FERMARE LO SPERPERO DI DENARO PUBBLICO NELLA NOSTRA REGIONE.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni