Lazio. Problemi ambientali in Consiglio Regionale. Ovvero al peggio non c'è mai fine

Roma -

Dopo il blocco dei contratti, l'aumento dell'età pensionabile, il taglio delle liquidazioni, il blocco delle assunzioni, l'aumento della precarietà, mettono i lavoratori in condizioni lavorativi a dir poco discutibili.

Funzionano così le innovazioni promesse in campagna elettorale dal centrodestra?


In allegato la nota con cui la nostra struttura sindacale ha segnalato il disagio dei dipendenti della sede regionale del Consiglio Regionale.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni