Laziodisu. I lavoratori aderiscono allo sciopero generale

In allegato il comunicato

Roma -

Si è tenuta il 14 Ottobre l’assemblea del personale di Laziodisu.
L’assemblea molto partecipata ha visto la presenza anche di delegati RSU di altre organizzazioni e rappresentanti territoriali.


Pur se molto animata per la tante questioni in gioco l’assemblea ha approvato un ordine del giorno conclusivo che – seppure non esaurisce le tante questioni irrisolte – avvia una stagione sindacale nuova in cui i lavoratori e le lavoratrici, precari o di ruolo, riprendono in mano i propri destini e si sforzano di determinare condizioni di lavoro migliori e maggiore qualità dei servizi erogati ai cittadini. 

Elemento quest’ultimo che sancisce la necessità di un accordo tra cittadini e lavoratori per fronteggiare lo smantellamento dei servizi pubblici.



Di seguito l’ordine del giorno approvato:

 

 

I LAVORATORI E LE LAVORATRICI DI LAZIODISU DI TUTTE LE CATEGORIE



In occasione dell’assemblea del personale tenuta in data 14 Ottobre 2008

APPROVANO IL SEGUENTE ORDINE DEL GIORNO



L’Assemblea aderisce allo sciopero del 17 Ottobre indetto dalle Organizzazioni Sindacali di Base aggiungendo alle motivazioni più complessive dello sciopero generale, anche quelle ragioni specifiche ricondotte alla vertenzialità interna dell’ente.

 



In particolare  l’Assemblea invita tutte le Organizzazioni Sindacali presenti nell’ente a partire dalle sigle presenti in assemblea (CSA, Direr, UIL) a lanciare un pacchetto di iniziative di lotta, da porre in essere nel periodo immediatamente successivo allo sciopero, finalizzate al raggiungimento dei seguenti obbiettivi:


-    Avvio di un percorso finalizzato alla stabilizzazione di tutto il personale precario presente nell’ente (ivi compresi i rapporti di lavoro interinale) a partire da quei contratti che hanno una scadenza imminente;


-    Revisione della pianta organica dell’ente attraverso una riduzione dei posti previsti nella categoria dirigenziale e un aumento di quelli del personale dei livelli, finalizzato all’esodo incentivato (rottamazione) del personale avente diritto;


-    Utilizzo immediato delle graduatorie relative alla concorsualità interna e conseguente scorrimento fino al loro completo utilizzo;


-    Piena reinternalizzazione dei servizi affidati all’esterno e controllo sistematico delle forniture e degli appalti affidati a soggetti privati.

 

L’assemblea ha inoltre dato mandato alle Organizzazioni Sindacali presenti di diffidare l’amministrazione di Laziodisu affinchè siano rigorosamente rispettate le regole contrattuali e sia censurato ogni comportamento difforme.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni