Milano. Il 16 novembre l'Amministrazione ha presentato alle OO.SS. il "Manifesto Pedagogico-maggio 2012"

Milano -

All’incontro ha partecipato anche l’Assessore che ha illustrato le finalità dell’iniziativa e la condivisione, oltre che con il Settore, anche con l’intera Giunta.

Vi riportiamo alcune loro dichiarazioni :

“ gli incontri preparatori nelle zone  sono stati molto partecipati e importanti, e vanno estesi e proseguiti nel tempo……è necessario  valorizzare il patrimonio educativo che c’è ed è ricco…..”

“ valorizzare nel settore il patrimonio di esperienze mettendo al centro della vita del Paese la Scuola….”

“ per la Scuola stiamo lavorando insieme a Bologna e a Torino …”

NOI ABBIAMO AFFERMATO:

Principi politici condivisibili, come anche detto nell’informativa di settembre alla Giunta Comunale nella quale è scritto: “ non possiamo dimenticare che Milano è stata all’avanguardia nella proposta di un sistema articolato di Servizi Educativi all’Infanzia di eccellenza che ora invece si presenta svuotato dei suoi contenuti e confinato nel recinto dell’assistenza . “

Come già in altre occasioni, abbiamo dichiarato di voler condividere i valori della Scuola, ma la verifica effettiva sarà solo ed esclusivamente nella realtà concreta.

E’ necessario  che si apra e si mantenga attivo un costante percorso di confronto e contrattazione fra le parti, poiché anche i diversi temi tracciati nel “Manifesto Pedagogico” avranno evidente ricaduta sull’organizzazione e la qualità  dei Servizi , quindi inevitabilmente sui carichi di lavoro del Personale .

La partecipazione attiva e preziosa, in particolare del Personale Educativo negli incontri di zona che l’Amministrazione sta realizzando, è un contributo assai pregiato e insostituibile.

Progettare una Scuola migliore, essere protagonisti del dibattito culturale, coinvolgere le Famiglie nella vita quotidiana dei Servizi all’Infanzia NON PUÒ NON TENER CONTO   dello stato attuale di grave deprivazione e sofferenza di Nidi e Scuole.

Questo deve essere il punto di partenza e obiettivo sostanziale la soluzione positiva della complessa vertenza.

Dotazioni organiche, sostituzioni, precariato, rapporti numerici, compresenza, sostegni educativi, appalti e privatizzazioni sono temi prioritari strettamente legati ai diritti del Personale e della effettiva qualità della Scuola Pubblica.

Queste le nostre  posizioni:

Abbiamo richiesto all’Amministrazione la realizzazione di azioni concrete, se necessario anche assumendosi la responsabilità di superare le imposizioni di restrizioni economiche complessive effettuando esemplari “atti di coraggio”.

Siamo impegnati a condurre non solo progetti decentrati ma anche Nazionali.

Il 12 novembre a Bologna, con la presenza di  Educatrici di molte città, abbiamo realizzato la seconda “Assemblea Nazionale Nidi e Scuole dell’Infanzia”.

La petizione popolare con raccolta firme, affinché il Parlamento legiferi a tutela e sviluppo dei Servizi per l’Infanzia, è stata assunta come decisione finale dell’incontro.

In anteprima, quale nostro contributo, l’abbiamo consegnata all’Amministrazione presente a Palazzo Marino, sottolineando che quest’anno il Nido Pubblico compie 40 anni.

Prepariamoci in tutti i Nidi e in tutte le Scuole a festeggiare l’evento.

BUON COMPLEANNO NIDO!

Per la GRANDE SCUOLA DEI PICCOLI vi manderemo presto  tutte le informazioni.

Coordinamento Servizi all’Infanzia USB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni