Milano. TUTTE NOI SAPPIAMO QUALI SIANO LE CONDIZIONI NEI SERVIZI ALL'INFANZIA... ANCHE "LORO" LO SANNO MA... IRONIZZANO.

Milano -

A MILANO E’ DRAMMATICA LA CONDIZIONE DEI SERVIZI ALL’ INFANZIA


Le mancate assunzioni del personale creano continui disservizi per i bambini, le famiglie e per i lavoratori:


·    I bambini sono continuamente suddivisi nelle altre sezioni portando sovente al superamento del rapporto numerico educatrici/ bambini


·    Il personale educativo, per far fronte alle continua emergenza, è costretto a ricorrere a ore di straordinario non retribuito


·    Le dotazioni organiche sono da tempo largamente insufficienti  
Ormai le condizioni si sono aggravate da tempo con gravi ricadute sia sulla qualità del Servizio che sulla Salute e Sicurezza  delle Educatrici e dei Bambini.



Ieri i Delegati di USB in Prefettura hanno effettuato la Procedura di  Conciliazione. I Rappresentanti dell’Amministrazione non avevano nessun titolo né mandato a trattare e neppure sono stati in grado di comunicare minimamente i temi all’ordine del giorno per l’incontro sindacale di oggi, 19 febbraio, confermando l’evidente e continua mancanza di corrette Relazioni Sindacali tra le parti.


( Testualmente dal verbale di Conciliazione ) “ USB chiede – soprattutto per avere garanzie sul futuro dei Servizi e delle scelte che l’Amministrazione intende adottare – un confronto con la parte politica poiché talune modalità di organizzazione ed erogazione del Servizio vengono ritenute gravemente lesive dei diritti costituzionalmente tutelati, nonché in continuità con le opzioni adottate dalla precedente Amministrazione…..USB, ritenendo indispensabile l’interlocuzione con la parte politica e dichiarandosi certa che l’incontro già fissato per il 19 febbraio non apporterà alcun elemento di novità positiva per la risoluzione della vertenza, decide di mantenere lo stato di agitazione.”


Il tentativo di Conciliazione si chiude negativamente, così, come prevedibile, l’incontro sindacale di oggi 19 febbraio con il nulla assoluto da parte dell’Amministrazione.


Abbiamo sostenuto con forza che “ il Comune ha dichiarato guerra” ai Servizi all’Infanzia !  


Da Bergognone abbiamo chiamato l’Assessore Cappelli che rispondendo a precise contestazioni e rivendicazioni, ha dichiarato la disponibilità ad incontrarci al più presto.  Inoltre abbiamo telefonato anche alla Segreteria del Sindaco Pisapia  chiedendo un suo immediato intervento.


USB ha preannunciato ogni possibile azione e mobilitazione  perché tutti conoscano  i rischi che ogni giorno esistono per Scuole e Nidi d’Infanzia.

PER EVITARE DI PAGARE UN SICURO  PREZZO POLITICO
LA GIUNTA SI ASSUMA OGNI RESPONSABILITÀ  DI FRONTE ALLA CITTA’!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni