Napoli. L'AMMINISTRAZIONE FA "SPARIRE I DIRITTI"

L'’amministrazione comunale non ha ancora avviato il confronto per la costituzione del fondo del Salario Accessorio e le relative modalità di distribuzione.

Napoli -

L’ amministrazione comunale di Napoli è peggio del Ministro Brunetta:
abolisce le relazioni sindacali e fa “sparire” il fondo del Salario Accessorio 2008 da destinare ai lavoratori!



Siamo arrivati a Novembre e l’amministrazione comunale non ha ancora avviato il confronto per la costituzione del fondo del Salario Accessorio e le relative modalità di distribuzione.


Sono mesi che l’amministrazione elude qualsiasi argomento attinente le problematiche vere dei lavoratori: prepensionamenti, funzionamento delle Municipalità, produttività, straordinario, turnazioni, formazione del personale e posizioni organizzative.


Questa amministrazione comunale si sta caratterizzando per la sistematica violazione del sistema di relazioni sindacali. Questa concezione autoritaria sta aumentando – di fatto – le differenziazioni retributive e le discriminazioni in busta paga tra i lavoratori.


Tale sospensione della Democrazia Sindacale lascia spazio a connivenze, clientelismi di ogni tipo basate sui criteri di “appartenenza e di fedeltà” ai poteri forti economici e politici della città. Questa dinamica, fortemente radicata negli Enti Locali, demotiva gran parte dei lavoratori la quale avverte fortemente il peso delle ingiustizie e dell’offesa alla propria dignità.


L’RdB/CUB chiede che si riattivi immediatamente il confronto tra le parti.

 

La Delegazione Trattante deve svolgere il suo lavoro istituzionale per affermare:


>      la discussione sulle modalità di distribuzione del Salario Accessorio;


>      la discussione sul Piano di Prepensionamento;

>      la stabilizzazione occupazionale dei lavoratori precari, delle cooperative e degli L.S.U.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni