Napoli. PERCHE' NON BASTA L'ACCORDO DI DELEGAZIONE TRATTANTE

In allegato il volantino

Napoli -

Nelle ore notturne di mercoledì 23 gennaio è stato sottoscritto l’accordo di delegazione trattante sulla costituzione del Fondo 2013.


Al tavolo di D.T. di fronte alle RSU ed a decine di lavoratori, è emersa gran parte della verità che da mesi spieghiamo ai lavoratori.


Una situazione di dissesto finanziario, una montagna di debiti ed una serie di vincoli determinati dalla normativa sul  pre – dissesto e dallo sforamento del limite del 50% della spesa del personale.


Una situazione a noi ben chiara e che da mesi ci vede impegnati nelle assemblee per fornire tutta la necessaria documentazione affinchè i lavoratori siano coscienti e consapevoli di una lotta che deve proseguire nel tempo a difesa del salario, dello stipendio e del posto di lavoro.


Nell’accordo si confermano i numeri già a vostra conoscenza (4,8 milioni di euro spendibili dalla parte stabile, 7,2 milioni di euro recuperati  con  la spalmatura in 10 anni degli 8 milioni di euro che i revisori chiedono di recuperare per il superamento del 50% delle spese del personale,  4,5 milioni di euro presi annullando le 400 posizioni organizzative previste dall’Amministrazione) che ora devono immediatamente essere concretizzati con lo specifico atto deliberativo.


Non bisogna perdere tempo, va convocata la Delegazione Trattante per riportare in vigore immediatamente tutti gli istituti contrattuali così da garantire salario alle persone e ripartenza ai servizi dell’Ente.


Siamo mobilitati affinchè l’Ente non perda tempo in danno del salario delle persone.
       

FPCGIL    -    FIALP’S         -           DICCAP     -      USB          -       SILA


Napoli, 23/01/2013

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni