Pomezia. USB puntualizza la situazione rispetto alla gestione dei servizi cimiteriali

Pomezia -

A seguito di un comunicato stampa del M5S di Pomezia (che oggi governa con una maggioranza assoluta in Comune), USB fornisce una precisazione in merito alla vicenda, seguita con successo, del cimitero.
Pubblichiamo il comunicato stampa M5S e, a seguire, le nostre precisazioni in merito:

 

Movimento 5 Stelle Pomezia - Comunicato Stampa - Cimitero Pomezia
 
Oggi, durante lo svolgimento del Consiglio Comunale di Pomezia, abbiamo appreso con stupore che “gli esperti della politica” non riescono neanche a presentare mozioni consiliari secondo il regolamento in vigore. Sinceramente pensavamo fossimo noi gli “inesperti”, ma evidentemente non è così. Assistere anche alla lettura in aula dello Statuto, ignorando che esiste un regolamento consiliare specifico, ha aumentato il nostro stupore.

Il M5S Pomezia è ben felice di poter valutare le mozioni dell’ex candidato sindaco Schiumarini, se solo desse modo, maniera e tempo per poterle leggere, analizzare e valutare nella loro completezza secondo quanto dettato dal regolamento consiliare.

Per rispetto dei cittadini, vogliamo comunque dare comunque la nostra valutazione sulla situazione del cimitero di Pomezia.

Noi abbiamo chiesto di votare per il Movimento 5 Stelle affinchè avessimo un degno governo per questa città. Dunque solitamente non ci interessa andare a ricordare le “gesta” della passata amministrazione, poiché i cittadini stessi ne hanno sentenziato chiaramente il fallimento, bocciandola in maniera netta alle elezioni. Noi siamo qui per lavorare e rifondare la città dalle macerie lasciate in questi anni.

Siamo però ancora una volta costretti (e di questo diamo merito al consigliere Schiumarini) a sottolineare la totale inadeguatezza di chi ci ha preceduto.

Il Sindaco, suo malgrado, ha dovuto prendere atto della situazione che si è venuta a creare ed ordinare la temporanea modifica dell’orario della apertura del cimitero, pur garantendo l’apertura ogni giorno della settimana. Perché? Perché evidentemente nessuno della maggioranza di cui il consigliere Schumarini ha fatto parte, si è preoccupato, per tempo, di indirizzare gli uffici preposti ad organizzare il personale che per il servizio cimiteriale può essere svolto solo da chi ha funzioni di custodia.

Tra l'altro le unità assegnate al servizio erano 4, ma durante la passata amministrazione De Fusco il numero è sceso a 2, in quanto assecondata la volontà di 2 dipendenti di essere assegnati ad altro servizio. Dunque ci appare totalmente tardivo l’appello del consigliere Schiumarini, che cavalca una difficile situazione messa in atto dalla stessa amministrazione di cui ha fatto parte.

Venendo alla risoluzione del problema, capiamo invece benissimo la delusione ed il disagio dei cittadini, di Pomezia e non, che non possono usufruire del servizio tutto il giorno. Per tale motivo il Sindaco, oltre a non poter che prendere atto della incresciosa situazione e provvedere di conseguenza con una misura specificatamente temporanea (fine Agosto), ha già dato mandato ai Dirigenti preposti di riorganizzare il personale per garantire la normale apertura del cimitero dal 1 settembre.

Giuseppe Raspa, Capogruppo Consiliare Movimento 5 Stelle Pomezia

--------------------------oOo-------------------------

In merito al problema del cimitero USB precisa quanto segue:


1) la precedente delibera di programmazione triennale delle assunzioni (se non sbaglio del 2010) aveva previsto l'assunzione di 3 (tre) custodi cimiteriali, proprio per risolvere il problema della carenza di personale in vista dell'allargamento del cimitero e tenuto conto dell'incidenza di turni, malattie, ecc.


2) con apposita delibera della Giunta De Fusco bis, i 3 posti di custode cimiteriale sono stati eliminati dalla previsione delle assunzioni e addirittura tolti dalla dotazione organica dell'Ente (proprio quando era stata pubblicata la richiesta di selezione dall'Agenzia per l'Impiego di Pomezia, che ha dovuto annullare l'avviso con ovvie proteste degli interessati). I motivi li lascio immaginare, non è difficile...


3) 2 unità di personale già assegnate al cimitero hanno vinto nel 2010 un concorso per categoria "C" ed hanno chiesto di passare ad altro incarico (al cimitero il personale è di categoria "B" e loro avevano vinto un concorso per "amministrativi-contabili", cioè impiegati di ufficio).


 Nonostante ciò, queste persone sono state tenute illegittimamente al cimitero (pur pagandole da "C" e non più da "B") per altri 2 anni, in pratica assegnandole a mansioni inferiori a quelle del loro contratto di lavoro (vietato per legge), in quanto l'Amministrazione comunale asseriva di non avere altro personale da assegnare al cimitero (se non avessero annullato la selezione già in corso... ). Alla fine, dopo l'interessamento del sindacato di base (USB) e varie lettere di minaccia di azioni legali e sindacali, le 2 persone sono state trasferite (finalmente) in altri uffici. Quindi non si tratta di 2 persone "accontentate" ma di 2 lavoratori che hanno visto negato il loro sacrosanto diritto per 2 anni prima di vederlo riconosciuto, solo per la negligenza dell'Amministrazione comunale, che ben sapeva che sarebbero mancati 2 custodi al cimitero.


4) quanto agli orari del cimitero di Pomezia, che mi risulta fossero più lunghi di quelli di molti altri Comuni anche più grandi del nostro (perché mai dovrebbe essere aperto il cimitero alle 7,00 ? per quanti utenti ?) occorrerebbe valutare il costo della maggiore apertura, in quanto gli addetti hanno diritto a indennità di turnazione, di disagio e di lavoro festivo che fanno lievitare i costi.


5) quanto ad utilizzare personale "volontario" da altri Settori per aumentare i custodi al cimitero, la cosa è difficile da realizzare sia perché tale "volontà" pare non ci sia e sia perchè di qualifiche "B" nel comune di Pomezia ne sono rimaste davvero poche.


6) Infine, faccio notare che la pulizia delle aree interne al cimitero (oltre 100 cassonetti da svuotare tutti i giorni e chilometri di viali da spazzare) non è mai stata  affidata ne' alla ditta che gestisce il cimitero ne' a quella che svolge il servizio di Igiene urbana, con la conseguenza che la stessa pulizia è svolta dal personale assunto al cimitero (oggi solo 2 persone) come semplice "custode" e quindi svolge servizi ben al di là delle proprie mansioni o meglio, per dirla tutta, contro il contratto nazionale di categoria.


Invito quindi la presente amministrazione ad informarsi in modo completo della situazione e ad evitare di fare promesse per servizi che molto probabilmente non potranno più essere garantiti come in passato, sia a causa dei costi che del divieto di fare assunzioni in cui è incappato il Comune di Pomezia nel 2012.

Invito anche a confrontarsi con il sindacato (sempre disponibile a risovere i problemi, purché lo si convochi) prima di commettere errori o di attivare vertenze sindacali da parte dei dipendenti (ce ne sono già molte in corso dovute a chi vi ha preceduto).

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni