Provincia di Genova. COSA PUO' FARE UN'AMMINISTRAZIONE INADEMPIENTE?!? (CONSIDERAZIONI SU SELEZIONE INTERNA N. 34 POSTI TECNICI AMMINISTRATIVI CAT. C)

In allegato il volantino

Genova -

Il coordinamento aziendale RdB della Provincia di Genova esprime totale solidarietà ai dipendenti che hanno partecipato alla selezione interna in questione per il trattamento indegno ricevuto.



Dopo anni di lotte ai tavoli delle trattative sui vari piani della mano d’opera dove RdB richiedeva insistentemente un congruo numero di passaggi per le categorie di lavoratori più basse, che sono le più colpite e che soffrono maggiormente della crisi economica attuale, ad ottobre dello scorso anno l’Amministrazione portava avanti un P.M.O. 2008/2010 senza la firma di nessuna sigla sindacale compresa la nostra (vedi volantino/comunicato sindacale sulla intranet dell’ 8/10/2009), in quanto ritenevamo ancora insufficienti il numero di posti in cat. C amministrativi messi a disposizione.



L’Amministrazione successivamente provvedeva speditamente alla pubblicazione del bando di concorso interno per non incappare nei vari ipotetici ostacoli della cosiddetta riforma P.A. Brunetta, ma in seguito si è comportata ancora peggio del tanto odiato Ministro.



Con la 1° prova della selezione assistiamo a scene spiacevoli nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori presenti che, ricordiamo a questa Amministrazione, quasi tutti, hanno maturato un’esperienza di 20/30 anni di servizio prestato lodevolmente nell’Ente. A nostro giudizio è stata una prova non proprio da personale interno appartenente a un basso profilo, ma più indirizzata ad una categoria da capo ufficio.



I risultati finali della prova hanno evidenziato il peggio che si poteva immaginare, i propri dipendenti colpiti nel profondo nella loro dignità. Una vera e propria mattanza, quasi la metà dei presenti è stata falcidiata e solo n. 31 su n. 56 sono stati ammessi all’ultima prova orale. A memoria storica non si ricorda di una situazione del genere.



Riepilogando, la metà dei partecipanti è risultata non idonea in graduatoria e addirittura 3 posti di quelli messi a disposizione nel bando non sono stati coperti.

>    RdB ritiene necessario che non vi siano ancora delle distinzioni economiche tra dipendenti che svolgono da anni esattamente le stesse mansioni fianco a fianco e che continueranno a farlo;

>    RdB chiede a questa Amministrazione il totale svuotamento e superamento della categoria “B”;

>    RdB chiede un incontro urgente per valutare immediatamente possibili soluzioni e sanare questa intollerabile anomalia.



 

Stai dalla tua parte
cosa stai aspettando?
Iscriviti subito al sindacato RdB!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni