PROVINCIA DI SIENA: ASSERRAGLIATI NEL FORTINO!

Volantino allegato

Firenze -

Asserragliati nel fortino a difesa del brodo di coltura di cui si nutre ciò che resta del cosiddetto “sistema Siena”.

Un Ente sull’orlo del baratro, piegato su se stesso, che guarda alla perpetuazione di una gestione individuale e personalistica delle risorse umane.

Un Ente dove la politica si piega ai voleri dell’apparato burocratico proiettato a garantire chi, da sempre a discrezione burocratica e politica, ha ricevuto premialità “ad personam”.


A breve il dissesto sarà garantito, in questo momento  anziché privilegiare i servizi esterni, la viabilità, l’edilizia scolastica, l’ambiente, la tutela del territorio, e comunque la sussidiarietà nei confronti dei comuni e dei servizi alle imprese ed ai cittadini, in questo preciso momento,  si pensa a come perpetuare gli incarichi in particolare ai Dirigenti di fiducia politica, al Capo di gabinetto, al Segretario/Direttore,  si pensa alle consulenze, alle risorse per le 17 società partecipate, si pensa alle mobilità in ingresso, si ostacolano le mobilità in uscita, si bloccano i pensionamenti di coloro che hanno maturato i requisiti pre-Fornero.


Anziché riorganizzare la pianta organica, azzerare gli incarichi esterni, rivedere e contenere gli incarichi dirigenziali, le posizioni organizzative e gli incarichi di responsabilità (ex. art. 17 del CCNL accordo decentrato), come niente fosse e come se niente stesse accadendo si perpetua un sistema che fra pochi mesi andrà in default.

Si continua a mantenere affitti d’oro che sono la dimostrazione palese di una gestione fallimentare del patrimonio immobiliare di proprietà dell’Ente.

Un Ente dove a differenza del Comune di Siena che ha 70 Vigili Urbani diretti da una posizione organizzativa, nomina un Dirigente di fiducia politica per la responsabilità di 25 Guardie Provinciali.


Un Ente nel quale si istituisce ad hoc, un nuovo posto in pianta organica per una figura di Capo di Gabinetto, con l’esclusivo obiettivo di garantire il portaborse dell’ex. Presidente dell’Ente Provincia di Siena.


Da chi oggi Amministra questo Ente possiamo solo attenderci la chiusura traumatica di una Istituzione che per la sua storia ha rappresentato sul territorio una soggettività che negli anni ha espresso un ruolo di coordinamento, di gestione e di regolazione in termini sussidiari e di rapporti fra realtà territoriali forti ed aree deboli.

Come USB contrasteremo in tutte le sedi queste scellerate scelte non rispettose della tenuta dei servizi e delle funzioni e di riflesso delle risorse strumentali ed organiche dell’ex. Ente Provincia.

Segreteria regionale USB
(Territoriale USB di Siena)

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni