Regione Lazio. Diritto allo studio: le nostre proposte contro le vessazioni regionali

Roma -

L'ultima circolare regionale per il diritto allo studio (prot. 21921 dell'11/10/13) subordina la concessione dei permessi destinati agli studenti lavoratori al pagamento delle tasse scolastiche o universitarie. Poiché le tasse possono essere pagata solitamente entro il mese di dicembre, successivamente alla iscrizione nell'anno accademico in cui si iniziano a frequentare i corsi, tale procedura procura un danno ai richiedenti.

In aggiunta viene negato il riconoscimento delle ore di permesso per la preparazione della tesi di laurea, creando grave disagio al personale interessato.

Tenuto conto che, le modalità applicative del diritto allo studio e la disciplina di casi particolari, sono demandati alla contrattazione decentrata, abbiamo chiesto l'apertura di un apposito tavolo per modificare le modalità di richiesta e di presentazione delle copie delle ricevute relative alle tasse di iscrizione, nonché per garantire ai tesisti la possibilità di ultimare il proprio percorso di studi.

Nel dettaglio è possibile prendere visione o scaricare la nostra richiesta: http://bit.ly/1hhZgR4

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni