Roma. BENE RICONOSCIMENTO PROFESSIONALITA' DEL PERSONALE DEI NIDI DA PARTE DELL'ASSESSORE MARSILIO, MA DOV'E' L'IMPEGNO DEL COMUNE PER LA QUALITA'?

Roma -

La RdB del Comune di Roma accoglie positivamente le dichiarazioni dell’assessore Laura  Marsilio in merito al riconoscimento della professionalità del personale educativo e della capacità di coinvolgimento dei  genitori nei processi di cura extrafamiliare.

 

Non si riesce invece a comprendere in cosa si concretizzi l’attenzione verso la qualità dei nidi da parte del Comune di Roma, visto che in questi anni le politiche all’infanzia sono state caratterizzate da pesanti tagli agli organici tali da mettere in crisi tutto il modello educativo. E’ evidente che l’assessore dimentica le numerose proteste del personale e degli utenti che, proprio a causa di questi tagli, vivono  situazioni costantemente emergenziali.

 

Da tempo la RdB denuncia la situazione drammatica in cui versano i nidi della capitale, denunce recentemente avvalorate anche dall’ Ente di controllo della Qualità dei Servizi del Comune di Roma. Inoltre, nei nidi in convenzione, il monitoraggio sulla qualità è del tutto inesistente. I 200 funzionari educativi in servizio, a cui viene demandato il controllo di oltre 670 strutture, sono infatti in numero decisamente insufficiente a garantire qualsiasi forma di controllo o di eventuale correttivo.

 

Secondo la RdB, ai bambini e alle lavoratrici dei nidi, più che le altisonanti parole espresse dall’assessore Marsilio, sarebbe sicuramente più utile un numero adeguato di educatrici e di funzionari tale da realizzare concretamente le buone pratiche educative.

 

 

.


11 dicembre 2009 - Omniroma

COMUNE, RDB: «BENE RICONOSCIMENTO
PROFESSIONALITÀ PERSONALE NIDI»

(OMNIROMA) Roma, 11 dic - «La RdB del Comune di Roma accoglie positivamente le dichiarazioni dell'assessore Laura Marsilio in merito al riconoscimento della professionalità del personale educativo e della capacità di coinvolgimento dei genitori nei processi di cura extrafamiliare. Non si riesce invece a comprendere in cosa si concretizzi l'attenzione verso la qualità dei nidi da parte del Comune di Roma, visto che in questi anni le politiche all'infanzia sono state caratterizzate da pesanti tagli agli organici tali da mettere in crisi tutto il modello educativo. È evidente che l'assessore dimentica le numerose proteste del personale e degli utenti che, proprio a causa di questi tagli, vivono situazioni costantemente emergenziali. Da tempo la RdB denuncia la situazione drammatica in cui versano i nidi della capitale, denunce recentemente avvalorate anche dall' Ente di controllo della Qualità dei Servizi del Comune di Roma. Inoltre, nei nidi in convenzione, il monitoraggio sulla qualità è del tutto inesistente. I 200 funzionari educativi in servizio, a cui viene demandato il controllo di oltre 670 strutture, sono infatti in numero decisamente insufficiente a garantire qualsiasi forma di controllo o di eventuale correttivo. Secondo la RdB, ai bambini e alle lavoratrici dei nidi, più che le altisonanti parole espresse dall'assessore Marsilio, sarebbe sicuramente più utile un numero adeguato di educatrici e di funzionari tale da realizzare concretamente le buone pratiche educative». Lo comunica, in una nota, Rdb-Cub.


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni