Roma. BERLUSCONI ACCOLTO DALLO STATO DI AGITAZIONE DEL PERSONALE CAPITOLINO

Roma -

La prima volta di Berlusconi in Campidoglio incrocerà l’agitazione di tutto il personale comunale e lo sciopero imminente, il 18 Maggio prossimo, indetto dalla RdB-CUB. Lo sciopero riguarderà il personale dei nidi per l’intera giornata e le altre categorie per un’ora all’inizio o alla fine del turno di lavoro.

 

“Un anno di cattiva gestione è stato nascosto dietro allo specchietto per le allodole di un buco di bilancio che oggi si dice risanato”, afferma Roberto Betti rappresentante della RdB al Comune di Roma. “Non si capisce allora perché la Giunta Alemanno continui a bloccare le assunzioni dai concorsi pubblici, a non dire alcuna parola sulle stabilizzazioni dei precari bloccate di fatto, a rimandare le trattative per il settore scolastico-educativo, in particolare per i nidi, sottoposto a una pesantissima deriva in senso privatistico”.

“Gradiremmo - prosegue Roberto Betti - che le nuove risorse che il Governo si appresta a stanziare per sostenere la trasformazione del Comune di Roma in Roma Capitale fossero destinate in prima battuta al potenziamento degli organici e al recupero, in ambito pubblico, dei servizi di asilo nido. Siamo invece preoccupati delle esigenze d’immagine della nuova Assemblea Capitolina, che comporterà un aumento dei compensi destinati agli assessori e ai consiglieri comunali”, conclude il rappresentante RdB-CUB.

 

 

 

 

.


5 maggio 2009 - Dire

COMUNE ROMA. RDB-CUB ACCOGLIE BERLUSCONI CON PROTESTA
PREVISTA AGITAZIONE DI TUTTO IL PERSONALE COMUNALE

(DIRE) Roma, 5 mag. - "La prima volta di Berlusconi in Campidoglio incrocera' l'agitazione di tutto il personale comunale e lo sciopero imminente, il 18 maggio, indetto dalla Rdb-Cub. Lo sciopero riguardera' il personale dei nidi per l'intera giornata e le altre categorie per un'ora all'inizio o alla fine del turno di lavoro". Lo annuncia una nota dello stesso sindacato. "Un anno di cattiva gestione e' stato nascosto dietro lo specchietto per le allodole di un buco di bilancio che oggi si dice risanato- afferma Roberto Betti, rappresentante della Rdb al Comune di Roma- Non si capisce allora perche' la Giunta Alemanno continui a bloccare le assunzioni dai concorsi pubblici, a non dire alcuna parola sulle stabilizzazioni dei precari bloccate di fatto, a rimandare le trattative per il settore scolastico-educativo, in particolare per i nidi, sottoposto a una pesantissima deriva in senso privatistico". "Gradiremmo- prosegue Betti- che le nuove risorse che il Governo si appresta a stanziare per sostenere la trasformazione del Comune di Roma in Roma Capitale fossero destinate in prima battuta al potenziamento degli organici e al recupero, in ambito pubblico, dei servizi di asilo nido. Siamo invece preoccupati delle esigenze d'immagine della nuova Assemblea capitolina, che comportera' un aumento dei compensi destinati agli assessori e ai consiglieri comunali", conclude il rappresentante Rdb-Cub.


5 maggio 2009 - Omniroma

COMUNE, RDB CUB: «BERLUSCONI TROVERÀ DIPENDENTI IN SCIOPERO»

(OMNIROMA) Roma, 05 mag - «La prima volta di Berlusconi in Campidoglio incrocerà l'agitazione di tutto il personale comunale e lo sciopero imminente, il 18 maggio prossimo, indetto dalla RdB-Cub. Lo sciopero riguarderà il personale dei nidi per l'intera giornata e le altre categorie per un'ora all'inizio o alla fine del turno di lavoro». Lo annuncia un comunicato delle Rdb Cub pubblico impiego del Comune. «Un anno di cattiva gestione è stato nascosto dietro allo specchietto per le allodole di un buco di bilancio che oggi si dice risanato - afferma Roberto Betti, rappresentante della RdB al Comune di Roma - Non si capisce allora perché la Giunta Alemanno continui a bloccare le assunzioni dai concorsi pubblici, a non dire alcuna parola sulle stabilizzazioni dei precari bloccate di fatto, a rimandare le trattative per il settore scolastico-educativo, in particolare per i nidi, sottoposto a una pesantissima deriva in senso privatistico». «Gradiremmo - prosegue Betti - che le nuove risorse che il Governo si appresta a stanziare per sostenere la trasformazione del Comune di Roma in Roma Capitale fossero destinate in prima battuta al potenziamento degli organici e al recupero, in ambito pubblico, dei servizi di asilo nido. Siamo invece preoccupati delle esigenze d'immagine della nuova Assemblea Capitolina, che comporterà un aumento dei compensi destinati agli assessori e ai consiglieri comunali».


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni