Roma. Continuità educativa per i bambini e per le supplenti degli asili nido

In allegato il volantino

Roma -

    I municipi XI e VII, in un ottica esclusivamente di risparmio, avevano programmato nel mese di luglio l’apertura dei nidi con contratti giornalieri per le
supplenti di asilo nido mettendo così a grave rischio la continuità educativa necessaria ai bambini.

     Tale modalità contrattuale avrebbe inoltre provocato alle lavoratrici una perdita di salario consistente (sabato e ferie non retribuite). Le richieste delle lavoratrici, sostenute dalle RdB - CUB, sono state accolte dall’assessore al personale Nicola Cefali del Municipio XI.


    
     Grazie al nostro intervento anche il VII municipio ha fatto marcia indietro.
La stipula di contratti lunghi oltre a garantire un periodo di lavoro stabile e a tempo pieno alle lavoratrici di settore, costrette ad accettare durante tutto l’anno scolastico supplenze part-time, tutela la continuità educativa e la sicurezza per i genitori e soprattutto per i bambini che frequentano il nido durante tale periodo.


 
     L’aver contribuito a sostituire i contratti di “collaborazione giornaliera” con un rapporto di lavoro che assicura più stabilità e garantisce una giusta retribuzione
è solo un piccolo risultato che ci permette di ribadire la nostra idea:
i servizi educativi sono luoghi di espressione della cultura dell’infanzia, una risorsa per la famiglia e per il territorio e in quanto tali difesi da qualsiasi politica tendente alla mercificazione.


    Continueremo a mantenere fermo questo punto in tutta la città di Roma sostenendo tutti coloro che vogliono difendere i servizi pubblici, la propria
dignità e la sicurezza sul posto di lavoro.
 

DIFENDITI E ORGANIZZATI CON RdB-CUB!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni