Roma. DOPO LA SPARATORIA A TOR BELLA MONICA, RDB CHIEDE DI RIVEDERE LA DECISIONE DI ARMARE I VIGILI URBANI

Roma -

Dopo la sparatoria che ha visto impegnato il Comandante dell’8° Gruppo del Comune di Roma Antonio Di Maggio, RdB interviene sulla scelta politica di armare il Corpo della Polizia Municipale.

 


“RdB si è sempre dichiarata contraria alla scelta di armare i Vigili Urbani, poiché per i compiti e le funzioni che svolgiamo l’armamento non è necessario”  dichiara Paola Aimo dirigente sindacale delle RdB.

 


“Circa metà dei Vigili Urbani di Roma ha rifiutato l’arma e preoccupa la possibile escalation che potrebbe generarsi, qualora si dovesse sparare contro tutti quelli che in città compiono manovre spericolate o superano i limiti di velocità” continua la rappresentante sindacale.

 


“Ben altra professionalità hanno dimostrato altre forze di Polizia che hanno dato luogo successivamente al fermo del pregiudicato senza far uso di armi” incalza la Aimo.

 

“RdB ritiene che il sindaco farebbe bene a riconsiderare la scelta di armare i Vigili prima che si facciano guai peggiori, anche alla luce delle tante inidoneità all’uso dell’arma accertate sul personale in servizio” conclude la rappresentante delle RdB.

 

 

 


.


8 ottobre 2009 - Omniroma

VIGILI, RDB: «DOPO SPARATORIA DI MAGGIO RIVEDERE QUESTIONE ARMI»

(OMNIROMA) Roma, 08 ott - «Dopo la sparatoria che ha visto impegnato il Comandante dell'8° Gruppo del Comune di Roma Antonio Di Maggio, RdB interviene sulla scelta politica di armare il Corpo della Polizia Municipale. RdB si è sempre dichiarata contraria alla scelta di armare i Vigili Urbani, poiché per i compiti e le funzioni che svolgiamo l'armamento non è necessario», dichiara in una nota Paola Aimo dirigente sindacale delle RdB. «Circa metà dei Vigili Urbani di Roma ha rifiutato l'arma e preoccupa la possibile escalation che potrebbe generarsi, qualora si dovesse sparare contro tutti quelli che in città compiono manovre spericolate o superano i limiti di velocità - continua la rappresentante sindacale - Ben altra professionalità hanno dimostrato altre forze di Polizia che hanno dato luogo successivamente al fermo del pregiudicato senza far uso di armi. RdB ritiene che il sindaco farebbe bene a riconsiderare la scelta di armare i Vigili prima che si facciano guai peggiori, anche alla luce delle tante inidoneità all'uso dell'arma accertate sul personale in servizio», conclude la rappresentante delle RdB.


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni