Roma e Lazio. Asili nido, USB in audizione alla regione lazio

In allegato la nota USB consegnata la presidente della commissione

Roma -

Lo scorso agosto, attraverso un maxiemendamento, è stata modificata la normativa sugli asili nido del Lazio. In particolare, attraverso questo provvedimento, è stato aumentato il rapporto educatore/bambino che passa da 1/6 frontale a 1/7 sul numero totale degli iscritti e diminuito il numero di metri quadri destinati ai bambini che passa da 10 a 7.

Grazie alla grande opposizione delle lavoratrici organizzate con l'USB, tali modifiche non sono state ancora applicate. Ma l'attacco ai servizi educativi però continua ed è ancora più serrato.

In questi giorni infatti la commissione Lavoro, Pari Opportunità, Politiche giovanili e sociali sta discutendo il testo di una nuova legge proposta dal consigliere Maurizio Perazzolo. E' un testo terribile dove non c'è traccia dei bambini, né del significato del servizio.

Oggi durante una audizione, USB  ha avuto modo di esporre la sua netta opposizione a questa nuova proposta il cui scopo è solo quello di incentivare i servizi privati. "Fare impresa e aumentare il fatturato" è il motto del consigliere Perazzolo, il tutto alle spalle delle lavoratrici e dei bambini.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni