Roma. "Egreggi Diriggenti e Direttori..."

Roma -

Egreggi Diriggenti e Direttori,
dovete fa’ ‘na vorta da “uditori”,

a lavora’, drento ‘sto baraccone,
ce sta sortanto, ormai, qualche “cojone”

che co’ coscienza e tigna da cretino,
continua a da’ er servizio ar cittadino,

ormai sfiniti, perché ridotti all’osso,
vivemo ‘na reartà da paradosso.

Ce dovemo impegna’ a esse attivi,
ma ‘n’do’ vanno a fini’ poi…l’obbiettivi?

E ‘n ce dovemo manco lamenta’
Pe’ er trattamento de disparita’.

Se sa, i profitti so’ l’egemonia
de pochi eletti, atti a la … bucìa,

noi, come muli, tiramo li caretti,
chi s’arimpinza, so’ i soliti furbetti

che, come premio, ammassano finanze,
co’ er prodotto d’ e’ manovalanze,

annamo ‘ncontro a la popolazione,
ma co’ vergogna pe’ la situazione

perché semo puro noi de’ cittadini
e semo stanchi de fa’ li burattini.

Avoja a esse pazienti e accommodanti
se poi c’avemo i “leader” latitanti.

Coi vertici corposi de un gran “gnente”
Ce gratifica, er “grazzie”… de la gente.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni