Roma. IL CASINO' DELLA PRODUTTIVITA'

In allegato l'accordo, la circolare e il volantino

Roma -

Il 22 Ottobre si è chiusa la partita legata alla produttività collettiva che si svolgerà entro il 15 Dicembre 2009 e verrà pagata con i residui del fondo per il salario accessorio 2008.


RdB – così come all’atto della preintesa siglata il 4 Agosto - non ha sottoscritto l’accordo pur apprezzando i punti relativi alla progressione orizzontale di quelli che non erano stati beneficiati nel 2007 e riconoscendo anche agli impiegati dell’anagrafe centrale l’indennità di sportello pari a 2 Euro l’ora (anche qui al ribasso per via della decorrenza fissata a Dicembre 2008).


Oltre ai motivi che già esplicitammo allora (e che sono riportati anche nelle dichiarazioni a verbale) se ne è aggiunto uno ulteriore costituito da una dichiarazione congiunta piuttosto oscura.


In sostanza la dichiarazione congiunta lascia intendere come del tutto superato l’obbligo di garantire una certa percentuale di presenza (con la precedente produttività era pari al 60% dei giorni lavorati), anche se il testo dell’accordo – identico a quello del 4 Agosto – richiama espressamente la circolare del Dipartimento 1° che invece prevedeva tale obbligo.


Il problema è che non esiste un momento di avvio della produttività, poiché ritenuta in continuità con quella precedente.


RdB ha ritenuto tale dichiarazione congiunta ancora più pericolosa della preintesa, perché se da un lato lascia intendere che non occorre più misurare il dato della presenza (come si è visto tutto da dimostrare), dall’altro espone il singolo lavoratore ad una valutazione dirigenziale del tutto indefinita e attuata senza alcun elemento di tutela o di possibilità di contestazione.


Oltretutto assistiamo a un vero e proprio ingorgo “produttivo”, che confonde ancora di più le acque!


Infatti non si è ancora dato corso al pagamento della produttività conclusa a Maggio, che si ripropongono lo stesso tipo di progetti, ma con modalità valutative diverse (!)


Non è che si stanno ritardando apposta i pagamenti e le produttività per farle pagare – forse in unica soluzione – a ridosso delle prossime elezioni regionali?


Abbiamo già registrato come questa amministrazione attui una dubbia politica del personale e il Commissario Alemanno, nonostante cotanta elargizione, farebbe bene a intervenire presso il commercialista di via XX Settembre, per chiedere l’erogazione delle somme dovute al personale per adeguare le tariffe dello straordinario (fino ad Aprile 2008) e provvedere in proprio a corrispondere quelle successive (a causa degli adeguamenti di contratto).


Al contrario crediamo che porterebbe grande giovamento fronteggiare il vergognoso contratto di Luglio con un incremento significativo del valore del buono pasto al livello di un pranzo e non di una colazione, senza contare che il personale operante nei nidi continua a non riceverlo affatto…

 

UNISCITI A RdB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni