Roma: INTERROTTA OCCUPAZIONE DEL NIDO AL LAURENTINO, DOMANI INCONTRO COL CAPO GABINETTO DI ALEMANNO

Roma -

L’Unione Sindacale di Base e Roma Bene Comune hanno interrotto l’occupazione del nido in disuso sito in via dei Granai di Nerva, al quartiere Laurentino di Roma, iniziata ieri mattina per protestare contro la privatizzazione del servizio, i tagli agli organici delle educatrici ed il mancato rispetto del piano assunzionale.

La decisione giunge a seguito della convocazione per un primo incontro con il capo di Gabinetto del Sindaco, Sergio Basile, che si terrà alle 12.00 di domani, mercoledì 20 Aprile. La convocazione è stata annunciata nel corso dell’assemblea pubblica in corso oggi pomeriggio nel luogo stesso dell’occupazione.

 “Consideriamo questo incontro un primo, seppur timido, tentativo di affrontare la questione educativa nella nostra città”, ha dichiarato Caterina Fida, della USB. “Naturalmente le esigenze di cui ci siamo fatti promotori, assieme al personale scolastico ed educativo e alle famiglie del quartiere, sono le stesse in tutta la città: occorrono più nidi pubblici, più educatrici, più scuole e più insegnanti”.



“Un significativo incremento in termini di qualità e di quantità dell’offerta pubblica di servizi è il livello appropriato per la città capitale d’Italia - ha sottolineato la rappresentante USB - Gradiremmo che le energie e le risorse messe a disposizione dal Sindaco in questa fase di crisi economica fossero rivolte alle effettive esigenze della cittadinanza e del personale capitolino, anziché alla realizzazione di improbabili sfilate storiche”.



“Ciò nonostante - ha concluso Fida - abbiamo voluto offrire questo simbolico ramoscello d’ulivo come segnale di disponibilità e di apertura al dialogo, ma in assenza di positive e rapide risposte alle nostre richieste riprenderemo le proteste al pari delle 10 piaghe d’Egitto”.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni