Roma. PROMESSE DA MARINAIO, dipendenti comunali senza produttività

A Marzo i dipendenti capitolini non trovano le produttività derivanti dagli accordi firmati a Ottobre scorso e quelle strutturali derivanti dai vecchi contratti. RdB ripesca le dichiarazioni dell'assessore alla stampa e chiede il pagamento di quanto dovuto con la retribuzione di Aprile.

In allegato il volantino

Roma -

Dal sito www.iltempo.it del 24 Ottobre 2009

"Accordo: le prime retribuzioni (da 700 a 800) per la produttività arriveranno a marzo - Campidoglio un premio ai dipendenti più bravi
Ad annunciare l'erogazione del “premio di produttività” per i dipendenti capitolini è stato l'assessore al Personale, Enrico Cavallari. Il “premio” rientra in un pacchetto di provvedimenti siglato da Comune e parti sociali hanno firmato l'accordo sulla ripartizione del fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività dell'anno 2008 relativi al comparto personale non dirigente. “Oltre 16 milioni di euro destinati al miglioramento di uffici, servizi e produttività; “sblocco” dei fondi residui degli anni 2007-2008; valorizzazione della meritocrazia. Il mese prossimo - annuncia Cavallari - verrà liquidata ai dipendenti la produttività residua del 2007 mentre, entro marzo 2010, i dipendenti legati a progetti di produttività si troveranno in busta paga tra i 700 e gli 800 euro. Con la firma dell'accordo finalmente siamo in grado di poter distribuire ai nostri dipendenti tutte le risorse disponibili fino ad oggi bloccate nelle casse comunali. Il miglioramento quali-quantitativo dei servizi è tra gli obiettivi fondamentali di questo mandato amministrativo e per raggiungere tale scopo è essenziale una riqualificazione meritocratica dei dipendenti attraverso l'istituto della produttività. L'adozione di questo provvedimento è volta ad implementare lo sviluppo della retribuzione dei capitolini, senza ulteriori spese per il Comune di Roma, con l'obiettivo di rendere i lavoratori più motivati e gratificati”. La produttività, infatti, non verrà più distribuita a pioggia, ma sarà attribuita sulla base di progetti specifici in linea con un piano obiettivi dando risalto al contributo individuale di ciascun dipendente. “Con il 2009 - conclude Cavallari - si chiude con le code contrattuali ereditate dal passato in vista degli sviluppi organizzativi legati alla riforma della macrostruttura comunale finalizzata a uno snellimento della macchina capitolina”.

 


Questa notizia presa da Il TEMPO.IT e datata ottobre 2009, assicurava che ai dipendenti Capitolini sarebbero state liquidate le somme riguardanti il Progetto di Produttività 2010, nel mese di marzo (anno corrente), ma a giudicare dalla lettura delle buste paga l'impegno è stato disatteso. Allo stesso modo risultano disattesi anche i pagamenti che ormai dovrebbero essere – per così dire – a regime, poiché derivanti da applicazioni contrattuali consolidate (in particolare ci riferiamo all’articolazione oraria per le cat. D pari a 1550 euro annui e che dovrebbe essere erogata a Febbraio di ogni anno).


Contrariamente alle affermazioni dell'assessore solo qualche spicciolo è finito nelle retribuzioni di Marzo e per il resto occorre attendere un tempo imprecisato.


Ci chiediamo anche che fine abbiano fatto quelle organizzazioni sindacali che sottoscrissero quegli accordi e che poi se li dimenticano (forse sono impegnate nelle dispute congressuali interne o stanno partecipando attivamente alla campagna elettorale?).


Pertanto RdB invita pubblicamente l'assessore al Personale Enrico Cavallari e gli uffici competenti a liquidare nel prossimo mese di Aprile tutte le competenze dovute e già maturate ai dipendenti del Comune di Roma – sia quelle relative alle produttività 2009-2010, che quelle derivanti da accordi già operanti – e ad avviare un confronto per ottenere il raddoppio del buono pasto come richiesto da quasi 6000 dipendenti

 

ESCI DALLA GABBIA
ORGANIZZATI CON RDB

 

.


Comunicato stampa del 26 marzo 2010

COMUNE DI ROMA: NIENTE REMUNERAZIONE ACCESSORIA AI DIPENDENTI
RdB, basta fare cassa con i soldi del personale. Cavallari eroghi tutte le competenze maturate

Amara sorpresa per i dipendenti del Comune di Roma: nella busta paga del mese di marzo mancano le dovute remunerazioni accessorie. Denuncia Roberto Degrassi, rappresentante RdB al Comune di Roma: “Le somme dovute per la produttività collettiva, i cui progetti si erano conclusi a dicembre scorso, e anche altre provvidenze che solitamente vengono erogate con la retribuzione di Febbraio, non sono ancora state corrisposte. Questa odiosa prassi di fare cassa con i soldi del personale è stata sempre contestata da parte nostra, anche quando governava il centrosinistra. Per questo - prosegue Degrassi - oggi abbiamo diffuso un volantino in cui riportiamo le dichiarazioni rilasciate nell’ottobre scorso dall’assessore al Personale, il quale si impegnava a corrispondere le somme spettanti entro marzo 2010. Allo stesso tempo abbiamo chiesto che l’assessore Cavallari provveda affinché, con la retribuzione di aprile, vengano erogate tutte le competenze dovute e già maturate al personale capitolino”, conclude il rappresentante RdB.


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni