Roma. SINDACO PATACCARO! Assemblea generale il 27!

In allegato il volantino

Roma -

Ancora una volta i veti incrociati tra le sigle sindacali e quelli tra settori diversi dell’amministrazione comunale hanno imposto un nuovo blocco nelle trattative.


A questo si aggiungano le irragionevoli posizioni assunte da qualche rappresentante sindacale (agisce isolatamente?) per bloccare le progressioni verticali ormai messe in cantiere per i primi di Novembre.  La questione sollevata riguarda il poco tempo a disposizione per prepararsi, ma tutti sanno che – salvo qualche sporadico caso – tutti i posti sono già “prefigurati”. Rinviare di un anno servirebbe solo a procrastinare il problema. Tanto vale allora fare tutto e subito e poi negoziare l’allargamento dei posti.


Anche perché ci sembra in atto una sorta di manovra a tenaglia che –  sia a livello nazionale, sia a livello locale – sta distruggendo ogni spazio di democrazia e di negoziato. Chi come RdB/USB ispira la propria azione sindacale al diretto coinvolgimento dei lavoratori e a una modalità d’intervento fortemente conflittuale viene messa in condizioni di tacere: con ogni mezzo possibile e con la complicità dei sindacati concertativi.


E’ il caso delle elezioni RSU che non si terranno alla scadenza naturale (già quelle della scuola statale sono state rinviate l’anno scorso), ma anche della criminalizzazione nei nostri confronti messa in atto da questa Giunta (è stata disposta  un’indagine a carico di eletti RSU e di lavoratrici dei nidi e della scuola dell’infanzia che lo scorso 31 Maggio scioperarono e protestarono contro l’amministrazione che impediva loro l’accesso alle trattative), fino a giungere al sistematico e reiterato boicottaggio messo in atto in occasione delle nostre assemblee: una sistematica volontà di tenerci a bada!


Ma noi non ci faremo zittire.   Crediamo invece sia ancora di più necessario che i lavoratori e le lavoratrici del Comune di Roma si rendano protagonisti della necessità di cambiamento che sta attraversando tutta la nostra società (come in Francia, in Grecia, in Spagna, etc.) e non di quello declamato da Alemanno che ha esattamente ricalcato le orme del suo predecessore (nel caso dei dirigenti a tempo determinato e dei collaboratori dell’ufficio stampa lo ha addirittura superato).


Anche sulla piccola grande vertenza del contratto decentrato RdB/USB è dell’avviso che l’intervento diretto dei lavoratori nella trattativa  (a questo riguardo abbiamo avviato molte assemblee locali e tre petizioni rivolte al sindaco) possa far superare i contrasti esistenti oggi in ambito sindacale.  

Inoltre  l’approssimarsi di una nuova scadenza elettorale potrebbe incentivare anche il riottoso Alemanno a chiudere positivamente la trattativa concedendo qualcosa al fine di non lasciare uno sconveniente contenzioso mentre lui veleggia verso la vice Presidenza del Consiglio dei Ministri.


RdB/USB invita tutto il personale comunale a dare una prova di grande forza, di grande solidarietà (nei confronti di chi è indagato per aver protestato) e di grande dignità.

 

L’appuntamento per tutti è alla Sala della Protomoteca per la

 

ASSEMBLEA DI TUTTO IL PERSONALE
Mercoledì 27 Ottobre 2010 dalle 8,00 alle 11,00

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni