RSU al Comune di Roma. Provano a far fuori una candidata precaria RdB, il giudice ci dà ragione!

Roma -

Questa mattina il giudice del lavoro di Roma Olga Pirone ha deciso per l'ammissione nelle liste elettorali della RdB - Pubblico Impiego di una candidata precaria del settore scolastico educativo.


La lavoratrice era stata esclusa dalla competizione elettorale per il rinnovo delle RSU in quanto il Comune di Roma - nonostante gli accordi "storici" che dovevano stabilizzare la moltitudine di precari di cui il comune si serve - non ha inserito negli elenchi dei votanti quei precari la cui stabilizzazione è prevista nel 2008.
Contemporaneamente RdB ha chiesto l'immediata rettifica di tutti i manifesti elettorali.


"Siamo in presenza di una decisione molto importante da parte del giudice," dichiara Roberto Betti, rappresentante RdB al Comune di Roma, "poichè l'ammissione della nostra candidata ancora precaria, costituisce un fondamento importante per la successiva stabilizzazione.  E' alto infatti il timore che la nuova casacca indossata da Veltroni possa frenare la certezza del posto di lavoro per le migliaia di precari comunali".


Il rappresentante sindacale prosegue con la seguente affermazione: "RdB ritiene opportuno che sia la direzione del personale, sia l'assessore al personale dovrebbero dedicare maggior cura ai diritti dei dipendenti, anzichè sbandierare un eccessivo assenteismo che non trova conferma nei fatti e nelle statistiche da essi stessi esibite".


"I suddetti responsabili paiono dimenticare che da mesi i dipendenti capitolini sono privati del buono pasto a causa delle grandi innovazioni informatiche (acquistate dal privato) che non permettono più di avere certezza riguardo all'effettiva presenza in servizio", conclude il rappresentante sindacale.



Questo il testo del dispositivo:

 


TRIBUNALE ORDINARIO DI ROMA

 


1^ Sezione Lavoro - Il giudice designato, dr.ssa Olga Pirone,

 


letto il ricorso che precede e la documentazione prodotta nel procedimento n. 302392 del Ruolo Affari contenziosi civili dell'anno 2007;

 


ritenuto che allo stato appaiono sussistere i requisiti richiesti per provvedere  inaudita altera parte, dal momento che l'esclusione della dipendente a tempo determinato Barbara Camerini dall'elenco dei candidati per l'elezione della RSU del Comune di Roma (nella lista RdB Pubblico Impiego) non appare legittima;

 


ritenuto che la convocazione della controparte può pregiudicare l'attuazione del provvedimento cautelare richiesto;

 


P.Q.M.

 


visto l'art. 669 c.p.c.

 


SOSPENDE l'efficacia del provvedimento con il quale la dipendente Barbara Camerini è stata esclusa dall'elenco dei candidati per l'elezione RSU del Comune di Roma (nella lista RdB Pubblico Impiego), in relazione alle votazioni dal 19 al 22 Novembre 2007;

 


ORDINA alla Commissione Elettorale per le elezioni RSU del Comune di Roma di provvedere in conformità a quanto sopra, ammettendo detta candidatura;

 


FISSA per la comparizione delle parti l'udienza del 6.12.2007 ore 12,00 (aula via Lepanto, 4 IV piano), concedendo alla ricorrente termine fino al 30.11.2007 per la notifica del ricorso e del presente decreto ed invitando parte convenuta a costituirsi in cancelleria un giorno prima dell'udienza fissata.

 


Si comunichi alla ricorrente con urgenza anche a mezzo fax.

 


Roma, 21/11/2007

 

Il giudice Olga Pirone

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni