Si ferma il project financing per i cimiteri!

Ora stop anche alla precarietà del lavoro assai diffusa nel settore!

 

Firenze -

Giovedì 13 aprile 2006 dietro alle pressioni dei cittadini di Mantignano e Ugnano, il Consiglio Comunale ha approvato un ordine del giorno proposto da Verdi, Rifondazione Comunista, Comunisti Italia e Un'altra città Un altro mondo, con il quale si invita la Giunta a ripensare il project financing dei cimiteri. Nello stesso ordine del giorno il Consiglio Comunale invita inoltre la Giunta a garantire "condizioni di lavoro stabile per gli addetti alle varie funzioni cimiteriali".
E’ ormai dal 2002 che nel servizio cimiteri si procede per scelta dell’Amministrazione Comunale, solo ed esclusivamente ad assunzioni nel profilo di operaio, con contratti di somministrazione a tempo determinato ( Interinali) , che ad oggi ormai ammontano a 27 unità contro 35 unità a tempo indeterminato, cioè il 43,5% del personale impiegato risulta essere precario. Doveva essere una situazione temporanea, ma 4 anni sono un lasso di tempo estremamente lungo, e la crescita della precarietà nel settore è stata esponenziale.
Le Rappresentanze Sindacali di Base che si sono sempre opposte alla politica di privatizzazione dei servizi e alla relativa crescita di lavoro precario, credono che sia giunto il tempo dei grandi ripensamenti da parte di coloro che sono stati gli artefici, nazionalmente e localmente della privatizzazione dei servizi, che ha generato unicamente aggravi in costi per gli utenti, sottoccupazione, sfruttamento e cancellazione di ogni diritto per i lavoratori.
Invitiamo pertanto l’Amministrazione Comunale ad aprire un immediato confronto che porti al superamento dei contratti di somministrazione a tempo determinato (interinali) attraverso la stabilizzazione dei posti previsti in organico.

UN LAVORO DECENTE PER UNA VITA DECENTE
BASTA PRECARIETA’!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni