Torino. Produttività: POTEVANO ESSERE 443 EURO ...invece Cgil e Cisl ne ottengono 25

In allegato il volantino

Torino -

Lo sbandierano come un grande risultato. Portano a casa 25 euro (per altro lordi) di incremento complessivo (NON ogni mese) della produttività che verrà erogata il prossimo giugno. Così dopo gli 80 euro di Renzi, arrivano oggi a quattro giorni dalle elezioni regionali in cui è candidato per il Pd l'ex Sindaco (ed ex segretario regionale della CGIL negli anni 90) Chiamparino, 2 euro al mese di aumento salariale (accessorio)!


Non dicono che con l'accordo di luglio 2013 non solo non veniva recuperata la riduzione al fondo operata nel 2012 ma in cambio di 88 nuove assunzioni (a fronte di 10.453 dipendenti totali) si riduce il contributo relativo al personale del comparto di ulteriori €4.653.000. Se quei soldi fossero rimasti e venissero suddivisi tra i lavoratori oggi avremmo 443 euro in più in tasca!


E invece no, nemmeno quelli, quando dal 2009 non ci sono rinnovi contrattuali, quindi nessun aumento, mentre il costo della vita reale cresce ogni giorno.



Questi signori nell'accordo avevano scritto che "ritenevano utile e doveroso sottoporre l'ipotesi di accordo ai lavoratori".

 

NOI NON ABBIAMO TROVATO ALCUNA TRACCIA DI CONSULTAZIONE

NON DARE LA TUA DELEGA IN BIANCO A QUESTI SINDACATI
TORNA PROTAGONISTA E UNISCITI CON NOI NELLA LOTTA

GIOVEDI' 19 GIUGNO
SCIOPERO GENERALE PUBBLICO IMPIEGO

>    Per lo sblocco immediato dei contratti del pubblico impiego

>    Per la stabilizzazione dei lavoratori e delle lavoratrici precarie

>    Per la reinternalizzazione dei lavoratori e dei servizi

>    Contro i tagli imposti dalla spending review

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni