Toscana. DAL 1 GENNAIO 2011 CHIUSI GLI UFFICI APT SI PERDERANNO OLTRE 100 POSTI DI LAVORO!

In allegato il volantino

Firenze -

A partire dal 1° gennaio 2011 in Toscana non esistono più le Agenzie Provinciali del Turismo in seguito ai tagli e alle scelte operate dalla Regione. Gli uffici di informazione turistica Apt di Barberino del Mugello e di Arezzo sono già chiusi, altri chiuderanno nei prossimi mesi.


Oltre a tagliare uffici indispensabili all’accoglienza e alla promozione turistica del territorio, si andranno a perdere posti di lavoro e professionalità. Infatti la stragrande maggioranza dei lavoratori degli uffici di informazione turistica erano/sono precari dipendenti di cooperative e di consorzi che avevano in appalto la gestione dei servizi.


A livello regionale sono a rischio, anzi sicuramente si perderanno, oltre un centinaio di posti di lavoro.


E che fine faranno questi lavoratori?


Qualcuno non avrà nemmeno diritto agli ammortizzatori sociali (leggasi indennità di disoccupazione) , perché alcune delle aziende vincitrici dell’appalto non hanno versato all’INPS la quota relativa alla disoccupazione.


Perché è bene ricordarlo, a coloro che per anni hanno lavorato negli uffici turistici con professionalità - e non dimentichiamo con stipendi che spesso non raggiungevano gli 850 euro al mese , nessuno darà ne dà la garanzia di poter essere reintegrati in altri servizi.


Ancora una volta la politica condotta nella nostra Regione di esternalizzazione e privatizzazione di servizi pubblici produce disastri e disoccupazione.

Insomma ancora una volta la classe politica e gli amministratori locali dimostrano la propria lontananza dai problemi reali della gente ed in primo luogo dai problemi di chi perde il lavoro.

 

USB Toscana

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni