USB P.I: ENTI LOCALI, IL GOVERNO RINVIA IL DECRETO MINISTERIALE PER LA RIPARTIZIONE

Roma -

 

USB P.I: ENTI LOCALI, IL GOVERNO RINVIA IL DECRETO MINISTERIALE PER LA RIPARTIZIONE

DEI FONDI PER LE PROVINCE E CITTA’METROPOLITANE

 

Il Governo Gentiloni rinvia lapprovazione del decreto ministeriale per la ripartizione dei 969 milioni di euro, previsti per province e cittàmetropolitane, che di fatto annullerebbe il taglio di risorse previsto per gli enti di area vasta nel 2017;

 

Evidentemente il crollo del ponte di Lecco, le scuole delle zone terremotate che si sono sbriciolate, e la tragedia di Rigopiano non hanno insegnato nulla, dichiara Gilberto Gini, dellesecutivo nazionale di USB P.I. Enti Locali;

 

i tagli applicati in questi anni agli enti di area vasta, hanno provocato lazzeramento dei servizi nei territori, ed i disastri di questi mesi ne sono la prova, prosegue Gini;

 

Einconcepibile che il Governo prenda tempo e non ritenga una prioritàlannullamento del taglio delle risorse per questi enti - sottolinea il sindacalista - molte amministrazioni hanno rischiato il pre-dissesto giànel 2016 ed ora, se non si interviene, il rischio del dissesto èpressochésicuro;

 

Nessuna Provincia èin condizione di fare il bilancio, spiega Gini, e ad aggravare la situazione c'èil fatto che per gli enti di area vasta mancano anche le regole per la gestione dell'esercizio provvisorio, infatti l'Anci ha chiesto di prorogare le norme ponte dello scorso anno;

 

Prosegue il sindacalista: il Governo sa bene che lannullamento del taglio delle risorse da solo non basta, servono nuovi stanziamenti di almeno pari importo, per gestire gli oltre 5000 istituti superiori ed i 100.000 km di strade. Earrivato il momento di rifinanziare seriamente le competenze degli enti di area vasta, che hanno necessitàdi chiudere i bilanci di previsione, per organizzare il personale che gestisce le emergenze ed eroga servizi per i cittadini.

 

L'Unione Sindacale di Base chiede una nuova legge, che superi le contraddizioni e gli errori commessi negli ultimi anni e che restituisca dignitàed operativitàalle Province e CittàMetropolitane, quali enti costitutivi la Repubblica Italiana, conclude Gini.


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni