USB ROMA CAPITALE: PRECARIATO, UN PRIMO PASSO VERSO LA SOLUZIONE.SUBITO 1.121 ASSUNZIONI

La lotta e la determinazione delle lavoratrici a fianco dell'Unione Sindacale di Base sconfiggono le assurde decisioni della Giunta Marino e del decreto sTronca.

Roma -

La Sindaca Raggi decide di affrontare il problema nell'unico modo che abbia un senso ai fini del miglioramento del servizio e attua in anticipo il decreto 113, riconoscendo dignità e ruolo professionale alle lavoratrici precarie e dando nuova fiducia ai genitori nel possibile miglioramento della qualità della scuola pubblica.


Ieri l'amministrazione ha presentato  il piano assunzionale 2016. Verranno assunte 1.121 tra educatrici e maestre, di cui 636 per la scuola dell'infanzia da concorso pubblico e 485 educatrici asili nido (142 da concorso pubblico e 343 da graduatoria permanente del corso-concorso) tutte full time.


Nell'incontro si è parlato anche di piano assunzionale per il 2017 e per il 2018 per le educatrici asili nido. Nel 2017 sono previste 124 assunzioni e nel 2018 altre 52 da concorso interno.


USB accoglie con favore questa proposta, che supera di fatto la delibera 74/2016 del Commissario Tronca e che rappresenta un primo, importantissimo, passo verso la stabilizzazione di tutto il precariato.


Un obiettivo raggiunto grazie alle mobilitazioni messe in atto negli ultimi anni: presidi, scioperi e manifestazioni che hanno imposto al Governo l'attenzione al dramma delle precarie, determinando la stesura del "DDL Madia", in procinto di approvazione.


L’Unione Sindacale di Base continuerà a vigilare, confrontarsi e avanzare proposte alla nuova amministrazione affinché si trovino soluzioni positive per tutto quel precariato rimasto fuori da questo piano assunzionale straordinario.


NON UNA PRECARIA DEVE ESSERE MESSA ALLA PORTA!

ASSUNTE SUBITO! ASSUNTE TUTTE!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni