Valenza (AL). L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE SCEGLIE DI "SCARICARE" GLI ANZIANI DELLE CASE DI RIPOSO E I LAVORATORI CONSIDERANDOLI UNA ZAVORRA DEL BILANCIO PASSIVO...E QUESTO E' SOLO L'INIZIO...CHI SARA' IL PROSSIMO?

In allegato il comunicato, la Lettera aperta e le foto del presidio

Valenza -

I DEBITI COMUNALI NON LI DEVONO PAGARE I LAVORATORI E ANZIANI MA CHI LI HA CREATI



Il presidio organizzato dalla RDB, in occasione dell'ultimo consiglio comunale dove si decidevano le sorti dei lavoratori e di un importante servizio sociale pubblico,  ha registrato una straordinaria e masiccia partecipazione di lavoratori/trici precari e a tempo indeterminato nonostante i tentativi di divisione creati opportunamente ad arte.


Questo a dimostrazione dei dubbi e perplessità in  merito alle sciagurate scelte che si andavano assumendo.


Ai vari amministratori locali è stata distribuita una lettera aperta (che si allega) chiedendo chiarezza da parte loro.


Il sindacato RDB e i lavoratori hanno poi seguito in aula la discussione e se prima c'era ancora qualche piccolo dubbio o  perplessità dettati da una “normalizzazione”  di una certa parte  sindacal-politica, che non ci è mai appartenuta, ora ci sono solo certezze negative in quanto hanno deciso il percorso (PRIVATIZZAZIONE), il solco in cui stare senza preventivamente coinvolgere i lavoratori, tant'è che la “bozza light” di statuto promessa in visione nell'ultimo incontro sindacale è, guarda caso, rimasta in qualche cassetto e, registrata l'assenza di altre oo.ss. concertative, molto probabilmente anche con chi trattare questa “svendita” nella maniera più indolore.


Questa PRIVATIZZAZIONE votata in maniera bipartisan da maggioranza e opposizione contrasta fortemente con il contenitore PUBBLICO promesso 2 anni fa e concordato dall'amministrazione grazie alla RDB  e alla mobilitazione dei lavoratori.


Non tiene conto delle rette per gli ospiti, si cambierà sicuramente il rapporto giuridico di lavoro rimandando il tutto ad un secondo tempo eventuali modifiche, a nostro avviso peggiorative, viste le premesse e le nostre esperienze.


I lavoratori e lavoratrici, INDIGNATI, hanno immediatamente deciso di convocare un'assemblea per decidere azioni di lotta incisive ed eclatanti prendendo atto del fallimento delle politiche concertative di normalizzazione e il conseguente smantellamento dei servizi sociali pubblici.


La RDB, essendo da sempre e coerentemente  al fianco dei lavoratori, si è immediatamente resa disponibile  a sostenere tutte le iniziative che verranno decise dall'assemblea dei lavoratori/trici.

NON BASTA ENUNCIARE DI VOLER FERMARE LA GIOSTRA DOPO AVERLA SPINTA IN TUTTI QUESTI ANNI CONCEDENDO BIGLIETTI OMAGGIO
 A SINISTRA E ORA ANCHE A DESTRA
PER ESSERE CREDIBILI BISOGNA LOTTARE CON I LAVORATORI
AL LORO FIANCO PER SERVIZI SOCIALI E CONTRATTI PUBBLICI
STABILIZZAZIONE PRECARI-SALARIO-DIRITTI-SALUTE-DIGNITA'

 

Federazione provinciale RdB Alessandria

.


LETTERA APERTA AI CITTADINI E AI CANDIDATI SINDACO DELLA CITTA' DI VALENZA

Prossimamente i cittadini di Valenza saranno chiamati al voto per scegliere chi dovrà amministrare la città per i prossimi anni.

Indubbiamente i problemi che si porranno sono molti e di indubbia importanza.

Come sindacato RdB/cub, a sostegno delle rivendicazioni dei lavoratori, intendiamo chiedere esplicitamente ai candidati alla carica di primo cittadino quali siano gli intendimenti a proposito dei servizi pubblici erogati dal Comune e dei lavoratori comunali impegnati in tali servizi.

Basandoci su quanto accaduto per i lavoratori e lavoratrici del Servizio delle due Case di riposo di Valenza, la cui vertenza rimane ancora aperta, vorremmo conoscere con chiarezza se esiste la volontà di PRIVATIZZARE O CEDERE IL SERVIZIO A TERZI, con conseguente TRASFERIMENTO O CAMBIAMENTO DEL RAPPORTO DI LAVORO DEGLI OPERATORI.

Inoltre, nella malaugurata ipotesi di dismissione di questo importante servizio pubblico, vogliamo sapere se ai dipendenti verrà consentito di rimanere alle dipendenze della P.A. oppure se per loro sceglierà l'amministrazione comunale che si insedierà prossimamente con la complicità dei sindacati compiacenti e concertativi.

In attesa di riscontro, distinti saluti.

Valenza 9 febbraio 2010


LE LAVORATRICI E I LAVORATORI DELLE CASE DI RIPOSO DI VALENZA

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni