ENTI LOCALI: RDB, IL CONTO DEL FEDERALISMO NON SIA A CARICO DI LAVORATORI E CITTADINI

Presentato all’ANCI la piattaforma con le proposte RdB per gli Enti Locali

Nazionale -

Questa mattina la RdB Pubblico Impiego ha consegnato agli amministratori locali, riuniti a Roma per il Consiglio Nazionale dell’ANCI, un dossier sulle proposte contenute nella piattaforma per il rinnovo contrattuale degli Enti locali, insieme ad uno specifico documento sul potenziamento dei servizi scolastici ed educativi pubblici ed una nota con cui si invitano gli amministratori a tener conto delle recenti pronunce della magistratura ordinaria e contabile che dilazionano l’applicazione del Dlgs 150/2009, il cosiddetto “decreto Brunetta”.

“La trasformazione epocale a cui sono chiamati gli Enti locali in nome del federalismo non può avvenire facendone pagare il conto ai lavoratori e ai cittadini”, dichiara Roberto Betti della RdB P.I. Enti Locali. “Per questo riteniamo necessario intervenire in sede contrattuale per rivedere l’ordinamento professionale, adeguare gli organici e retribuire meglio il personale degli Enti Locali che ha le retribuzioni più basse di tutto il Pubblico Impiego”.

“Ci auguriamo che gli amministratori locali facciano sentire la loro voce nei confronti del governo anche per ottenere la garanzia delle risorse per il funzionamento della macchina amministrativa ed il miglioramento della qualità dei servizi pubblici”, conclude Betti.

Molti amministratori, fra cui lo stesso Presidente ANCI Chiamparino, hanno espresso interesse nei confronti delle proposte contenute nel dossier e, a margine del Consiglio Nazionale, si sono soffermati ad approfondirle con i rappresentanti RdB.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni