LAVORATORE: NON AVALLARE UN CONTRATTO BIDONE!!

Milano -

In questi giorni sono state indette dalla cordata CGIL-CISL-UIL e dal CSA delle assemblee, con consultazione finale, sul Contratto Integrativo Decentrato.

Un bidone che sembra cucito addosso agli interessi dei Funzionari incaricati di Posizioni Organizzative ( guarda a caso quelli che redigeranno le pagelline), che risultano essere gli unici a trarre reale beneficio con cospicui vantaggi economici.
L’eventuale referendum serve solo per legittimare i sindacati che lo propongono attraverso una democrazia di facciata. Ci chiedono di esprimerci oggi, a giochi fatti, "dimenticando" che i lavoratori si sono già espressi nell’assemblea al MAZDA PALACE nel mese di giugno 2005, rifiutando ogni ipotesi di applicazione della pagellina!
La RSU, dopo un anno dall’elezione è completamente allo sbaraglio, tutt’ora sprovvista di direzione e di regolamento interno, mai ha discusso il testo di questo CCDI ma viene utilizzata strumentalmente dai sindacati confederali in questa consultazione a copertura del loro gioco di scaricare sui lavoratori la responsabilità della firma e dell’applicazione successiva dei suoi contenuti.

Se vogliono firmare questa porcata di contratto abbiano almeno il coraggio di assumersi le proprie responsabilità, TU ASTIENITI!!

Non avallare questa burla significa esprimere un vero e proprio dissenso contro questo accordo, contro i ben noti sindacalisti voltagabbana, bravi predicatori nelle assemblee, sempre pronti ad andare a braccetto con l’Amministrazione. Collega ricordati:grazie a questo contratto quest’anno avrai una progressione (guarda a caso proprio nell’anno in cui ci sono le elezioni per il nuovo sindaco), ma per gli anni futuri ti rimarrà solo la pagellina!Questa fase è l’atto conclusivo della farsa che ha caratterizzato l’intera trattativa sul rinnovo del contratto decentrato. Diciamolo chiaramente, che si vada a votare e con quali modalità, favorevoli o contrari, non cambierà assolutamente nulla di quanto è stato deciso sopra le nostre teste, tra Amministrazione e sindacati firmatari della pre-intesa.Questo contratto così come formulato porterà avanti di uno scatto la progressione orizzontale (prevista dal CCDI vecchio, scaduto e mai applicato), l’applicazione e l’inasprimento della scheda di valutazione che d’ora in poi determinerà le future progressioni e gli incentivi economici sulla produttività, decisi su obiettivi di ente, direzione e settore.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni