Roma. La trattativa si tinge di giallo. Che fare?

In allegato il documento

Roma -

Dopo la notte tra il 5 e il 6 Agosto passata insonne a trattare su tanti argomenti importanti e sui quali i lavoratori dovranno necessariamente esprimersi, proviamo a tracciare un quadro della situazione e a dare la nostra valutazione sia sulle ipotesi di accordo che si vanno profilando, sia sui rischi che oggi non sono visibili, ma che sono dietro l’angolo, sia – infine – su quello che a nostro giudizio occorrerebbe mettere in cantiere per provare a fronteggiare il “taglio” delle risorse operato sui contratti nazionali e su quelli decentrati (-10 milioni di euro sul fondo 2010 nel comune di Roma) grazie alla complicità filogovernativa della cisl e della uil e alla “opposizione virtuale” della cgil.

 

CRONACA DELLA TRATTATIVA

L’amministrazione comunale si è presentata al tavolo con un pacchetto già pronto e concordato evidentemente con la cisl e con il csa, con l’idea di concedere qualcosa alle altre organizzazioni ottenendo però la chiusura di tutte le questioni. Uil e cgil si sono opposte – soprattutto sul settore scolastico-educativo, che è il vero nodo del contendere – all’ipotesi di 330 progressioni verticali (supermaestre) e all’attribuzione di un centinaio di posizioni organizzative ai funzionari educativi.
Ma l'ipotesi...

 

...per continuare a leggere tutta la cronaca della trattativa, e le diverse posizioni e proposte, scarica il documento allegato.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni