Roma. RESOCONTO INCONTRO TRATTANTE DEL 18 SETTEMBRE 2008 -delibera 300-

In allegato il documento, la direttiva e la delibera 300 del 24 settembre

Roma -

Si è svolto oggi, 18 Settembre 2008, un nuovo incontro riguardo la riorganizzazione delle macrostrutture del Comune di Roma, che fa seguito al primo incontro preliminare dello scorso 29 Luglio.


L’occasione è servita anche per incontrare il nuovo direttore del personale.


Preliminarmente all’oggetto dell’incontro il nuovo direttore ha precisato che:


·    le stabilizzazioni previste per il 2008 sono regolarmente partite e arriveranno a compimento entro la fine dell’anno (con ogni probabilità) per effetto delle necessarie verifiche dei requisiti richiesti (parliamo del settore scolastico-educativo);


·    è imminente la concreta attuazione del corso-concorso per il personale dei nidi;


·    la riqualificazione avviata va avanti (ci riferiamo ai CPT);


·    la concorsualità pubblica e il piano assunzionale subscono un ritardo a causa delle verifiche contabili in atto e che aranno ultimate entro il 30 Settembre;


·    l’ordinamento dei vigili urbani (ricordiamo che è stato approvato con modifiche) sarà oggetto di un “affinamento”.

 


Il neo direttore ha poi rimarcato e puntualizzato l’esclusività della competenza piena del dipartimento 1° rispetto alle politiche di gestione del personale.


Sul tema specifico della riorganizzazione la delegazione di RdB ha sottolineato in questa fase esclusivamente dei problemi di metodo.  In particolare:


>    La necessità di comprendere con esattezza le competenze attribuite a Roma quale distretto federale poiché ciò potrebbe accrescere le esigenze di organico e la stessa strutturazione dei servizi;


>    La fondamentale esigenza di trasparenza e di informazione di tutti gli attori coinvolti (cittadinanza e lavoratori) attraverso un processo di partecipazione continua;


>    Una verifica preliminare rispetto alle attività che possono essere riassunte all’interno della gestione comunale, poiché troppo costose se affidate all’esterno;


>    L’assenza di un progetto strategico che dica con chiarezza se si vogliono potenziare alcune funzioni e luoghi di decisione (i Municipi in particolare) o meno;


>    La mancanza di momenti di ascolto e di monitoraggio rispetto alle funzioni già esercitate (in sostanza l’amministrazione partirebbe con una propria previsione, senza alcun momento di recepimento delle sollecitazioni interne ed esterne);


>    La riduzione delle posizioni dirigenziali e degli interim a vantaggio di un aumento del personale nei livelli;

 


Unica questione di merito che abbiamo posto ha riguardato l’area della comunicazione che resta anche se nella previsione di un dislocamento verso l’Ufficio Stampa.


La questione che ha animato il tavolo è stato però il comportamento schizofrenico delle altre organizzazioni sindacali.  Gli stessi partecipanti che avevano chiuso la concertazione al tavolo della dirigenza hanno poi chiesto al nostro tavolo una dilazione per convocare la RSU che – comunque – avrà ben pochi margini di manovra.


La delegazione RSU sarà convocata il prossimo 23 Settembre, mentre per il tavolo negoziale sembra probabile una sospensione fino a quella data e una probabile convocazione nello stesso giorno.


Invitiamo tutti i lavoratori a supportare il nostro lavoro in delegazione trattante con i contributi e le proposte che – da parte nostra – ci impegniamo a recepire e portare alla discussione sia della RSU che della controparte.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni