Roma. VERTENZA NIDI: LAVORATRICI PRONTE A RIPRENDERE LA MOBILITAZIONE SE ALEMANNO IGNORERA' LE LORO RICHIESTE

Roma -

Dopo l’avvio di trattative giunte ad un punto morto, si riaccende la protesta delle lavoratrici dei nidi del Comune di Roma organizzate dalla RdB.

Puntualizza Caterina Fida, della RdB Comune di Roma: “Le trattative, condotte dall’assessore al Personale  Cavallari e dall’assessore alla Scuola Marsilio, risentono di contrasti interni al PdL e si trascinano in modo infruttuoso e inconcludente. Per sbloccare questa situazione le lavoratrici, nel corso di un’assemblea molto partecipata che si è svolta la settimana scorsa, hanno richiesto un  intervento diretto del Sindaco, in modo da trovare una soluzione appropriata alle esigenze educative e culturali che la delicatezza di questi servizi richiede”.

“RdB si è fatta interprete di questa esigenza - prosegue Fida - e ha chiesto un incontro con Alemanno per far presente che è possibile coniugare l’obiettivo di evitare sprechi con un quello di un miglioramento del servizio. Anche perché l’elargizione di denaro pubblico verso le strutture private non è affatto tollerato dalle lavoratrici del settore”, incalza la rappresentante RdB, che conclude: “Solo quando il Sindaco dimostrerà di saper cogliere l’opportunità di questo vero e proprio investimento per il futuro dei nidi pubblici interromperemo le mobilitazioni e toglieremo lo stato di agitazione”.

 

 

.


27 gennaio 2010 - Ansa

SCUOLA: RDB, PRONTI A RIAPRIRE MOBILITAZIONE SU ASILI NIDO

(ANSA) - ROMA, 27 GEN - «Dopo l'avvio di trattative giunte ad un punto morto, si riaccende la protesta delle lavoratrici dei nidi del Comune di Roma organizzate dalla RdB». Lo ha annunciato, in una nota, Caterina Fida, della RdB del Comune di Roma. «Le trattative, condotte dall'assessore al Personale Cavallari e dall'assessore alla Scuola Marsilio, risentono di contrasti interni al PdL e - ha aggiunto la sindacalista - si trascinano in modo infruttuoso e inconcludente. Per sbloccare questa situazione le lavoratrici hanno richiesto un intervento diretto del sindaco, in modo da trovare una soluzione appropriata alle esigenze educative e culturali che la delicatezza di questi servizi richiede». «RdB si è fatta interprete di questa esigenza - ha concluso Fida - e ha chiesto un incontro con Alemanno per far presente che è possibile coniugare l'obiettivo di evitare sprechi con un quello di un miglioramento del servizio. Anche perchè l'elargizione di denaro pubblico verso le strutture private non è affatto tollerato dalle lavoratrici del settore».


27 gennaio 2010 - Omniroma

ASILI NIDO, RDB-CUB:PRONTI A MOBILITAZIONE SE ALEMANNO IGNORA RICHIESTE

(OMNIROMA) Roma, 27 gen - «Dopo l'avvio di trattative giunte ad un punto morto, si riaccende la protesta delle lavoratrici dei nidi del Comune di Roma organizzate dalla RdB. Le trattative, condotte dall'assessore al personale Cavallari e dall'assessore alla Scuola Marsilio, risentono di contrasti interni al PdL e si trascinano in modo infruttuoso e inconcludente. Per sbloccare questa situazione le lavoratrici, nel corso di un'assemblea molto partecipata che si è svolta la settimana scorsa, hanno richiesto un intervento diretto del Sindaco, in modo da trovare una soluzione appropriata alle esigenze educative e culturali che la delicatezza di questi servizi richiede». Lo dichiara, in una nota, Caterina Fida, della RdB Comune di Roma. «RdB si è fatta interprete di questa esigenza - prosegue Fida - e ha chiesto un incontro con Alemanno per far presente che è possibile coniugare l'obiettivo di evitare sprechi con un quello di un miglioramento del servizio. Anche perché l'elargizione di denaro pubblico verso le strutture private non è affatto tollerato dalle lavoratrici del settore. Solo quando il sindaco dimostrerà di saper cogliere l'opportunità di questo vero e proprio investimento per il futuro dei nidi pubblici interromperemo le mobilitazioni e toglieremo lo stato di agitazione».


27 gennaio 2010 - Adnkronos

ROMA: RDB, SINDACO INVESTA NEL FUTURO DEI NIDI PUBBLICI

Roma, 27 gen. - (Adnkronos) - Dopo l'avvio di trattative giunte ad un punto morto, si riaccende la protesta delle lavoratrici dei nidi del Comune di Roma organizzate dalla Rdb. «Le trattative, condotte dall'assessore al Personale Cavallari e dall'assessore alla Scuola Marsilio, risentono di contrasti interni al Pdl e si trascinano in modo infruttuoso e inconcludente - dichiara Caterina Fida, della Rdb Comune di Roma - Per sbloccare questa situazione le lavoratrici, nel corso di un'assemblea molto partecipata che si è svolta la settimana scorsa, hanno richiesto un intervento diretto del Sindaco, in modo da trovare una soluzione appropriata alle esigenze educative e culturali che la delicatezza di questi servizi richiede». «Rdb si è fatta interprete di questa esigenza - prosegue Fida - e ha chiesto un incontro con Alemanno per far presente che è possibile coniugare l'obiettivo di evitare sprechi con un quello di un miglioramento del servizio. Anche perchè l'elargizione di denaro pubblico verso le strutture private non è affatto tollerata dalle lavoratrici del settore. Solo quando il Sindaco dimostrerà di saper cogliere l'opportunità di questo vero e proprio investimento per il futuro dei nidi pubblici interromperemo le mobilitazioni e toglieremo lo stato di agitazione».


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni